Calcio e crisi energetica: la Serie C vuole giocare di giorno

Allo stadio “Olimpico” di Roma l’assemblea della Lega Pro: tra i presenti l’ad Luce del Sangiuliano

Calcio e crisi energetica: la Serie C vuole giocare di giorno
Luce e Ghirelli

C’era anche l’amministratore delegato del Sangiuliano, Andrea Luce, nell’assemblea straordinaria di Lega Pro, nell’ambito del Social football summit allo stadio “Olimpico” di Roma. Tra i temi toccati, la crisi energetica e la volontà di disputare le partite durante il giorno, privilegiando il sabato e la domenica tra le 12.30 e le 14.30: «Questa proposta sarà ultimata nei dettagli e nelle modalità operative durante il prossimo consiglio direttivo – ha spiegato il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli – mentre confermo che ci sarà ancora il Var nei play off, ma stiamo studiando altre opzioni per un utilizzo allargato». Il numero uno della Serie C ha poi trattato il tema dei giovani: «I settori giovanili sono fondamentali per le squadre di C, perché costituiscono un importante reticolo sociale. Diventa imprescindibile, quindi, dotarci di infrastrutture materiali e immateriali». Infine i presidenti e legali rappresentati delle società di Lega Pro hanno eletto Robert Lewis, presidente del Cesena, nel consiglio direttivo, scrivendo di fatto una pagina storica per tutto il movimento. È infatti la prima volta nella storia della Lega Pro e del calcio italiano che viene nominato in direttivo un consigliere americano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA