LODI Arrivano quattro nuove telecamere anti-smog
Una telecamera a Lodi

LODI Arrivano quattro nuove telecamere anti-smog

Saranno collocate in tre “varchi” strategici della città

In arrivo quattro nuove telecamere antismog in città. Verranno realizzati dei varchi per il controllo dei veicoli, che se altamente inquinanti saranno multati.

È quanto specificato ieri dal Broletto, che ha ottenuto da Regione Lombardia un finanziamento di 49mila euro per l’installazione di nuovi apparati. Sono tre i punti individuati per la posa dei sistemi di lettura delle targhe: all’incrocio tra via Secondo Cremonesi e via Lago di Garda, tra corso Mazzini e strada Vecchia Cremonese, e due telecamere saranno posizionate tra via Defendente e via Vecchio Bersaglio. «Il modello funziona come per la Ztl, il circuito inquadra i mezzi in transito e dove riscontri delle irregolarità, ovvero delle auto che per motorizzazione non potrebbero circolare, scatta la sanzione», informa il comandante della polizia locale, Fabio Germanà Ballarino.

Il piano è stato elaborato dalla Polizia locale, in collaborazione con i servizi informatici del Comune che ha aderito a un bando del Pirellone per la realizzazione di strumenti di lettura targhe in funzione delle restrizioni alla circolazione introdotte dal piano regionale degli interventi per il miglioramento della qualità dell’aria. Le risorse messe a disposizione permetteranno a Lodi l’acquisto delle apparecchiature, utilizzabili in modalità fissa o mobile, e verranno collegate con la centrale di Polizia Locale e con la sala operativa delle forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di finanza), ad integrazione dell’impianto di videosorveglianza esistente. I dispositivi per il monitoraggio della circolazione ricaveranno in automatico la classe ambientale dei veicoli e saranno collocati le principali direttrici di accesso al centro storico. Si tratta di una misura quella portata avanti dal Broletto per ridurre la circolazione dei mezzi più obsoleti e inquinanti, che secondo le restrizioni imposte da Regione non potrebbero viaggiare in città in determinati orari, ma non è sempre facile scovarli e multarli.

«I lettori saranno installati entro il mese di dicembre – dichiara il sindaco Sara Casanova -. Le apparecchiature di ultima generazione rileveranno automaticamente la classe ambientale dei veicoli, offrendo un supporto alla Polizia locale e alle forze dell’ordine e all’attività di monitoraggio dei parametri della qualità dell’aria»


© RIPRODUZIONE RISERVATA