Lodi, il lupo torna nelle nostre pianure
Un lupo

Lodi, il lupo torna nelle nostre pianure

La conferma del Wwf dopo gli ultimi avvistamenti sul territorio

Cristoforo Vecchietti

Lodi

Ritorna il lupo in pianura e un gruppo di associazioni si occupa prontamente di dare informazione alla popolazione. Anche nel Lodigiano non sono mancati gli avvistamenti di lupi, nella bassa, in collina e l’ultimo di pochi giorni fa lungo la Muzza. Organizzata dal Wwf Lombardia e dalle associazioni Eliante e Canislupus e con il patrocinio della amministrazione comunale di Lodi, si è tenuta giovedì sera presso la sala Granata la conferenza “La pianura Padana e il Lodigiano, la nuova frontiera del lupo”. La conferenza ha fatto chiarezza da un punto di vista scientifico ed oggettivo sul ritorno dell’animale nelle nostre zone. E ha suscitato curiosità considerato il numeroso pubblico intervenuto.

Tre i relatori arrivati a Lodi per l’occasione. Riccardo Mancioli in rappresentanza del WWF Lombardia che ha introdotto la serata e presentato gli ospiti. Grande spazio è stato occupato dalla presentazione di Duccio Berzi, tecnico faunistico e presidente della associazione Canilupus con tantissimi interventi nel centro e nord Italia. Berzi ha delineato gli aspetti principali del celebre animale da punti di vista diversi. Etologico, storico e sociale. Ha affermato Berzi: «La specie è cresciuta progressivamente dal 1970 ad oggi e la trasformazione dell’ambiente ha favorito l’arrivo dei lupi in pianura». Insomma il cambiamento ambientale ha favorito l’espansione dei lupi dall’Appennino fino al Lodigiano.

Il colpo di scena è arrivato verso fine serata quando gli esperti hanno invitato Emanuele Intropido di Miradolo Terme che ha fotografato il lupo in collina. Gli esperti hanno confermato il riconoscimento dell’animale che è stato ritratto ad una cinquantina di metri di distanza.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 15 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.