Svolta leghista per Buonsante dopo “l’addio” a Fratelli d’Italia
Nicola Buonsante annuncia la sua ricandidatura per la guida del Comune

Svolta leghista per Buonsante dopo “l’addio” a Fratelli d’Italia

Lo storico volto della politica provinciale inizia una nuova esperienza col Carroccio

Rossella Mungiello

Il rumoroso addio a Fratelli d’Italia risale allo scorso dicembre. Ora Nicola Buonsante, dal 2006 sindaco di Borgo San Giovanni, con una pausa per commissariamento tra il 2014 e il 2015, quando si dimisero la metà più uno dei consiglieri, volta pagina, con la Lega di Matteo Salvini. Ed è pronto a ricandidarsi alla guida del Comune, dove il rinnovo delle cariche è fissato nel 2020. Nessun annuncio formale, la tessera della Lega ce l’ha già in tasca: ha aspettato il periodo di tesseramento e si è affatto avanti, per iniziare così un nuovo cammino politico.

Storico volto della politica provinciale, già consigliere a palazzo San Cristoforo, nelle file del Popolo della libertà, per cui è stato anche capogruppo oltre che presidente della commissione provinciale antimafia, Buonsante per anni ha poi avuto il ruolo di coordinatore provinciale del partito di Giorgia Meloni nel Lodigiano, a cui aveva aderito nel 2012.

Poi la nomina della nuova dirigenza provinciale, con il coordinamento affidato a Gianmario Invernizzi, e l’inizio delle prime frizioni, con le elezioni provinciali 2018, quando Buonsante aveva aderito alla lista “Progetto civico per il Lodigiano”.

Scelta che ha fatto da miccia per una resa dei conti interna, culminata poi con una richiesta di espulsione nei confronti di Buonsante da parte del nuovo coordinamento provinciale. «Una richiesta che è stata respinta a livello regionale - ci tiene a chiarire Buonsante - : ho ricevuto anche una lettera da Roma, firmata da Giorgia Meloni, che mi confermava la stima e mi invitava ad andare avanti». Il conflitto però non è stato giudicato sanabile e Buonsante ha lasciato il partito annunciando «incompatibilità con la dirigenza locale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.