Gli alberi monumentali e la loro bellezza

Forse a Lodi c’è un nuovo candidato

Gli alberi monumentali e la loro bellezza
Il platano della Martinetta, che potrebbe diventare uno dei “monumentali”

«Dentro ogni uomo e dentro ogni donna esiste un esploratore che si muove di bosco in bosco, di giardino in giardino, di città in città»: così scrive lo scrittore Tiziano Fratus nel suo libro “Alberi millenari d’Italia”. Proviamo allora a fare gli esploratori e cercare di tracciare una mappa degli alberi monumentali della città e del territorio. Non ci sono alberi millenari, purtroppo, ma sul sito del Comune risultano cinque piante che, per la loro grandezza e bellezza, sono definiti “monumentali”.

Si tratta del meraviglioso platano di viale Milano, e di quattro alberi nel parco di Villa Braila (tre cedri e un bagolaro). In queste giornate fredde ma luminose, perché non andare a cercarli: non potremo apprezzare la loro chioma (visto che siamo in inverno), ma l’intricato percorso dei loro rami, intrecciati come le vene del nostro corpo, oppure le rughe dei loro antichi tronchi.

Oltre a questi, potrebbe esserci anche un nuovo ingresso: Astem, la società che si occupa del verde di Lodi, ha segnalato al Comune che lo splendido platano al parco della Martinetta potrebbe avere requisiti tali da farlo rientrare nell’elenco dei “monumentali”. Andate a cercarlo, ecco la mappa:

© RIPRODUZIONE RISERVATA