Nuova caserma dei carabinieri a Tribiano, lavori fermi: «Un errore il trasferimento da Paullo»

L’amministrazione torna “alla carica” per cercare di mantenere il presidio in città

Nuova caserma dei carabinieri a Tribiano, lavori fermi: «Un errore il trasferimento da Paullo»
L’ex municipio di Tribiano che dovrà essere trasformato nella caserma dell’Arma, ma i lavori sono fermi (archivio)

Che pochi paullesi gradissero lo spostamento della caserma dei carabinieri da Paullo a Tribiano non è una sorpresa, ma oggi più che mai il tema del trasloco (che dovrebbe concretizzarsi l’anno prossimo) è tornato ad essere d’attualità con una nuova pressione per mantenere al loro posto i militari. La questione si è riaperta dopo il fermo prolungato del cantiere per la trasformazione dell’ex municipio di Tribiano nella stazione dei carabinieri, con i lavori che ancora non sono ripartiti.

«Se prendiamo in considerazione i lavori a Tribiano, possiamo dire con certezza che se solo i carabinieri avessero confermato la loro presenza a Paullo avrebbero già pronta la stazione, ristrutturata e ampliata secondo le esigenze che erano state messe in evidenza - dichiara il consigliere paullese delegato al Decoro urbano Giuliano Spinelli, tra i promotori della raccolta firme avviata quattro anni fa per mantenere i militari a Paullo -. Era stato presentato un progetto per il rinnovo dei locali e gli adeguamenti, appostando le risorse necessarie a intervenire. Purtroppo è stata fatta una scelta sbagliata. E, dopo 4 anni di attesa, i carabinieri aspettano ancora la nuova caserma a Tribiano». Per la verità già a gennaio 2014 il Comune di Paullo aveva trasmesso all’Arma una comunicazione indicante una proposta immediata di adeguamento che comprendeva la realizzazione di tre nuovi uffici, un accesso per le persone con disabilità, due nuovi bagni, un impianto di condizionamento per il piano terra. Interventi per 60mila euro che l’amministrazione paullese avrebbe potuto sostenere subito. A questa missiva non fu mai data risposta. Come non arrivò alcun riscontro alla proposta dell’ottobre 2015 di destinare ulteriori 20mila euro per interventi ritenuti più urgenti. «Non solo - rimarca il sindaco Federico Lorenzini -: era stata anche prevista la realizzazione di una caserma a Paullo, un edificio completamente nuovo, che era stata messa al centro di un piano urbanistico integrato già dalla precedente amministrazione e il cui sviluppo è stato impedito dalla crisi del mercato immobiliare degli ultimi anni». Progetto che però era stato ripreso in mano con la realizzazione di un nuovo progetto preliminare di ristrutturazione complessiva per un costo di circa 700mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA