Lodi, il «ladro acrobata» faceva la bella vita in Spagna

La squadra mobile della questura di Lodi fa arrestare un 30enne albanese a Barcellona, era “sparito” dalla sua casa di San Giuliano calandosi da un tetto

Lodi, il «ladro acrobata» faceva la bella vita in Spagna
A destra nella foto, un ladro-acrobata scala una grondaia
(Foto di Polizia di Stato)

Uno dei presunti componenti della banda di ladri acrobati che alla fine dello scorso anno, stando agli indizi emersi, avrebbe commesso 4 furti nella città di Lodi, uno a Massalengo, 3 a Lodi Vecchio, uno a Tavazzano, 4 a Sant’Angelo Lodigiano e un altro ancora a Peschiera Borromeo è stato arrestato a Barcellona, in Spagna, dalla locale polizia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e di un suc cessivo mandati di arresto europeo richiesti e ottenuti dalla Procura di Lodi in relazione alle indagini della squadra mobile della questura di Lodi su una lunga serie di colpi nelle abitazioni. Si tratta di un albanese di trent’anni che risulta pregiudicato e che si ritiene fosse l’unico latitante della banda composta da altri due albanesi e un romeno. Quando la polizia era andata a cercarlo il 27 gennaio scorso a San Giuliano Milanese, era riuscito ad allontanarsi in modo rocambolesco da un appartamento, calandosi dal tetto, e a scomparire nella nebbia.

Leggi l’approfondimento sul Cittadino di lodi in edicola domani 28 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA