Volley, la gioia di Piccinelli
Piccinelli al centro durante un time out

Volley, la gioia di Piccinelli

«Non poteva esserci epilogo migliore: la prima volta in campo in Nazionale in una finale vinta»

Come i calciatori della Danimarca a Euro 1992: Alessandro Piccinelli aveva già pronte le valigie per le vacanze, ora si trova campione d’Europa con un esordio in Nazionale maggiore di carattere e personalità proprio nella gara più importante, la finale vinta domenica sera contro la Slovenia.

Forse non ci faranno un film come per il caso danese, ma davvero il pallavolista lodigiano non può chiedere di più: «Non poteva esserci epilogo migliore - racconta al “Cittadino” -: la prima volta in campo in una finale vinta con un grande gruppo e un grande staff». Per realizzare quanto ottenuto da questa bella e giovane Italia ci vorrà tempo (anche se di tempo per pensarci ce ne sarà poco visto che già stasera Alessandro rientrerà a Perugia e nei prossimi giorni riprenderà la preparazione in vista della Superlega), ma i “segreti” di questa Nazionale sono chiari: «Si lavora bene e si lavora tanto e non è solo questione di età: quando un gruppo è affiatato e di qualità gli anni non contano».


Leggi l’intervista sul “Cittadino” in edicola martedì 21 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA