Torna l’atletica, ma la Faustina è alla mercé dei vandali
Un gruppo di atleti con l’allenatrice Lella Grenoville

Torna l’atletica, ma la Faustina è alla mercé dei vandali

Da oggi allenamenti possibili per tutti i tesserati Fidal, ma la Fanfulla denuncia una situazione insostenibile

Con distanziamento sociale, indossando la mascherina fino al momento di entrare in campo e correndo sprint a corsie alterne ma l’atletica leggera a Lodi è ufficialmente ripartita. Da oggi (lunedì) pista e pedane del campo “Egidio Capra” alla Faustina hanno riaperto a tutti i tesserati Fidal: l’accesso è possibile su prenotazione e seguendo un rigido protocollo redatto dall’Atletica Fanfulla e dal suo presidente Giuseppe Variato che prevede tra l’altro la misurazione della temperatura all’ingresso. Venticinque il numero massimo di atleti nell’impianto: oggi si sono allenati (suddivisi in gruppi e dalle 12 alle 20) 24 ragazzi, tra i quali l’azzurrina degli 800 Faith Gambo.

Negli ultimi giorni il campo “Capra” ha vissuto però anche difficoltà di altro genere: gli allenamenti degli atleti “di interesse nazionale” la scorsa settimana sono stati pesantemente disturbati da alcuni gruppetti di ragazzi tra i 14 e i 18 anni impegnati a bere alcolici sulle tribune dell’impianto.

Rifiuti sulle tribune

Rifiuti sulle tribune

Rifiuti sulle tribune

Nel frattempo il campo “Mattei” di San Donato (di proprietà e gestione comunale) resta per ora aperto ai soli atleti di interesse nazionale delle società operative nell’impianto.


Leggi l’approfondimento sul “Cittadino” in edicola martedì 26 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA