Pea “incoronato” via sms da Mourinho

Pea “incoronato” via sms da Mourinho

«Ma è una cosa personale, non voglio parlarne»

Per una notte, tra venerdì e sabato, il suo Sassuolo è rimasto a guardare tutti dall'alto della classifica di Serie B. Un risultato notevole di per sé, dopo 22 giornate di campionato (non si può definire storico solo perché gli emiliani si erano trovati in vetta già alla seconda giornata a parimerito con il Pescara e addirittura da soli alla quinta giornata), ma che Fulvio Pea, il tecnico di Casalpusterlengo che dalla scorsa estate guida i modenesi, non dimenticherà anche per un altro motivo. Subito dopo la vittoria esterna (1-0) nell'anticipo della prima giornata di ritorno contro la Nocerina, sul display del suo telefonino è apparso infatti un sms di congratulazioni firmato da un certo José Mourinho, che con Pea, all'epoca allenatore della Primavera dell'Inter, aveva condiviso la grande avventura culminata poi con il “triplete” nerazzurro. Un messaggio con tutti i crismi dell'incoronazione, anche se il mister casalese preferisce non svelare il contenuto: «Non intendo rilasciare dichiarazioni su questo argomento, è una cosa personale e come tale deve rimanere». Ma quando c'è di mezzo lo “Special one”, il tam tam mediatico diventa subito irrefrenabile. Come ricostruito da alcuni organi di stampa, inizialmente Pea avrebbe pensato a una goliardata di qualche amico, salvo poi verificare - dopo aver contattato un dirigente dell’Inter - che quei complimenti arrivavano proprio dal numero di cellulare del tecnico portoghese. Non è la prima volta che gli sms di Mourinho diventano notizia. Marco Materazzi rivelò di aver ricevuto un messaggio profetico dal suo ex allenatore pochi giorni prima della finale di Champions contro il Bayern. “Sono a Berlino nel tuo stadio - scrisse “Mou”, volato in Germania a visionare i prossimi avversari -. Vinceremo 2-0”. Famosi anche gli sms inviati a Wesley Sneijder, guidato tatticamente via telefonino prima del suo esordio in Italia (nel derby vinto 4-0 dall'Inter nell'agosto 2009) senza aver effettuato alcun allenamento con i nerazzurri. Ora alla famosa collezione si aggiunge anche lo “short message” inviato a Pea, tecnico capace - al suo primo anno nel calcio dei “grandi” - di portare una piccola realtà come il Sassuolo ai vertici della Serie B. «Ma mancano ancora 20 partite, il campionato è davvero troppo lungo per dire dove possiamo arrivare - dice Pea -. Il primo posto conquistato venerdì sera (il Sassuolo è stato poi superato dal Torino, ndr) non mi interessa. A me interessano le prestazioni della squadra e finora stiamo facendo bene. A fine marzo poi tireremo le somme e fisseremo gli obiettivi». Un po' quello che deve fare la sua vecchia squadra, l'Inter, tornata a respirare aria di vertice dopo il successo ottenuto domenica sera nel derby contro il Milan. Una sfida che Pea ha seguito in tv: «Credo che i rossoneri abbiano giocato meglio, la gara si è decisa grazie a un episodio, un errore grossolano di Abate. Onore comunque all'Inter che, a livello di rosa, è probabilmente ancora la squadra migliore del campionato. Nel derby i nerazzurri hanno seguito una strategia tattica ben precisa, che alla fine ha pagato». Merito soprattutto delle scelte di Claudio Ranieri: sarà arrivato anche a lui un sms di complimenti dal vecchio “nemico” José Mourinho?

Complimenti via sms da José Mourinho per Fulvio Pea: l’allenatore di Casale, che sta facendo volare il Sassuolo in Serie B


© RIPRODUZIONE RISERVATA