Pallavolo, Spozio resta presidente

Pallavolo, Spozio resta presidente

Il dirigente lodigiano è stato confermato alla guida del comitato territoriale

Parte lo Spozio bis: l’obiettivo della Fipav di Cremona e Lodi è un “comitato di servizi”. Marco Spozio, lodigiano classe 1962, è stato eletto per la seconda volta presidente dell’ente territoriale della Federvolley al termine di un’assemblea che ha visto presenti (fisicamente o per delega) 56 società su 71 aventi diritto al voto: l’elezione è avvenuta nel palazzetto di viale della Resistenza a Codogno, luogo ampio per garantire tutte le misure anti Covid ma anche simbolico, a soli quattro giorni dall’anniversario di quando partì l’incubo coronavirus. Spozio era l’unico candidato presidente. In consiglio eletti Augusto Leggieri, Giovanni Moschetti, Giuseppe Stanga, Gianluca Viccardi, il sanmartinese (storico collaboratore di Spozio) Diego Terzaghi e il presidente del Volley Riozzo Annunciata Scala, già presente nel consiglio uscente.

Nel frattempo la Fipav a livello nazionale ha deciso (a campionato in corso) di bloccare le retrocessioni dalla Serie B: una buona notizia per la Tomolpack Marudo di B2 femminile, che potrà giocare a mente libera senza il rischio di scivolare in Serie C.


© RIPRODUZIONE RISERVATA