Moto, Misano saluta Valentino

Ultimo Gp sul circuito di casa per Rossi, nel giorno in cui Quartararo vince il titolo mondiale

Valentino Ross corre la sua ultima gara in Italia, a Misano, ed è travolto dall’affetto dei tifosi. Il “Dottore” chiude decimo, poi fa un giro di pista per raccogliere le ovazioni delle 35mila persone vestite di giallo sulle tribune a cui lancia il casco. Poi è il momento di baci, abbracci e un filo di lacrime della famiglia, dalla fidanzata alla mamma, ai box. «È stato lungo e bello, talmente bello che forse alle ultime due non ci vado. Ho fatto una gara decente!», dice con la solita ironia Valentino. Non sarà così, perché lo aspettano in Portogallo e in Spagna per gli ultimi Gp della stagione e per tributare il giusto omaggio a un personaggio senza confini. Il premio “Icona del Made in Italy nel mondo” che riceve dai ministri Di Maio e Vezzali, - disegnato da Aldo Drudi associa l’iconografia legata al 46 con nove rostri smaltati a mano in 24 carati - lo alza in pista tra i fuochi d’artificio e vale più del decimo mondiale. Mentre Valentino entra nella leggenda, Fabio Quartararo si laurea con merito campione del mondo della MotoGp a 22 anni. Il futuro è di questo ragazzo francese di origini siciliane e ancora di Marc Marquez che vince il Gp dell’Emilia-Romagna davanti a Pol Espargaro e ad Enea Bastianini, per la prima volta sul podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA