La dura protesta della Figc: «Stop senza criterio»

La dura protesta della Figc: «Stop senza criterio»

Il Comitato regionale prende posizione dopo lo stop alle partite decretato dall’ordinanza del governatore lombardo Fontana

Dura reazione del Comitato regionale lombardo dopo la decisione della Regione Lombardia di sospendere l’attività sportiva dilettantistica e giovanile. Dal presidente Giuseppe Baretti arrivano infatti parole di grande amarezza: «Siamo esterrefatti dalla totale mancanza di preavviso e soprattutto di confronto da parte delle istituzioni con chi di sport si occupa quotidianamente – commenta il numero uno del calcio lombardo – e riteniamo che proprio da questa mancanza di contatto con il mondo sportivo siano discese le scelte scaturite, che non esito a definire senza criterio. È incomprensibile come possa essere ritenuta più pericolosa un’attività salutare, condotta all’aperto in spazi amplissimi, rispetto a molte altre situazioni della vita quotidiana che attualmente risultano però autorizzate». Intanto dalla delegazione di Bergamo è partita una petizione online per chiedere al presidente della Regione Attilio Fontana di modificare l’ordinanza. Altre società si stanno invece muovendo con forme di protesta. Insomma lo stop del calcio dilettantistico ha scatenato une vera e propria bufera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA