Inter, un poker che vale il secondo posto
Il tiro di Antonio Candreva che ha sbloccato la partita

Inter, un poker che vale il secondo posto

I nerazzurri superano la Spal (4-0 a Ferrara) con una prova convincente e scalano la classifica andando a -6 dalla Juve

Poker con “avvertimento” alla concorrenza. L’Inter sbanca 4-0 il campo della Spal ultima in classifica con i gol di Candreva, Biraghi, Sanchez e Gagliardini e si porta solitaria al secondo posto a 6 lunghezze dalla Juventus capolista. Buona prova complessiva dei nerazzurri: primo tempo con qualche patema di troppo, ripresa decisamente sul velluto. In campo con la coppia offensiva Lautaro-Sanchez ed Eriksen sulla trequarti, l’Inter sfiora il vantaggio già al 5’ con un tiro dal limite di Brozovic che si spegna contro il palo. Un legno anche per la Spal che risponde al 18’ con Petagna: girata mancina deviata da Skriniar e palla che incoccia la traversa. Il match si sblocca al 37’: grande assist di Sanchez che smarca Candreva sulla destra, diagonale chirurgico e palla in fondo al sacco. Nel finale i padroni di casa protestano a lungo per un contatto in area tra Handanovic e Strefezza: arbitro e Var decidono di lasciare proseguire perché il pallone era già uscito prima dello scontro.

Nella ripresa non c’è più storia. I nerazzurri alzano il ritmo, la Spal sparisce dal campo. Il raddoppio interista, dopo una grande parata di Letica su Sanchez, arriva al 10’ grazie a Biraghi che dal limite scarica un destro all’angolino. Il gol “ammazza” il match e al 15’ i nerazzurri fanno tris al termine di una splendida azione di prima: apertura di Eriksen, cross mancino di Biraghi e incornata vincente di Sanchez. C’è gloria anche per Gagliardini che al 29’ tocca in rete un cross basso di Young per il definitivo 4-0.


© RIPRODUZIONE RISERVATA