È un Amatori entusiasmante, il Baseball Codogno torna in Serie A

È un Amatori entusiasmante, il Baseball Codogno torna in Serie A

È cominciato bene il campionato di hockey su pista, il calcio regala gioie e dolori: tutto il weekend sportivo raccontato sulle pagine del “Cittadino”

Vince e convince il nuovo Amatori Wasken che nella prima giornata del campionato di Serie A1 di hockey su pista batte 4-2 il Viareggio di Massimo Mariotti strappando applausi convinti al “PalaCastellotti”. Una partita davvero divertente, di quelle giuste per creare il giusto feeling tra squadra e tifosi. Una squadra, quella di Pierluigi Bresciani, brava anche a superare le possibili criticità mentali dell’esordio e quelle determinate dallo svantaggio iniziale, nonostante la giovane età dei suoi componenti guidati dall’esperto capitan Grimalt in porta. Davanti a lui otto titolari interscambiabili, ciascuno con ampio minutaggio e con una “stellina” come Najera che sembra in grado di non far rimpiangere troppo un certo Torner che ha deliziato gli appassionati lodigiani fino all’anno scorso. Insomma, se il buon giorno si vede dal mattino...

Applausi strameritati anche per il Codogno Baseball, che sabato ha risolto la pratica della finale play off contro il Bolzano, vincendo gara-3 dopo le prime due partite vinte in Alto Adige, e conquistando la promozione in Serie A. Un trionfo che bissa quello di 21 anni fa, ottenuto allora contro il Reggio Emilia, e che fa gioire il clan azzurro. Sabato vincente anche per l’Assigeco che piega la JuVi Cremona nella terza partita del girone eliminatorio di Supercoppa di Serie A2 di basket, ma il secondo successo su tre non basta alla squadra di Salieri per passare il turno.

Note dolenti invece per il Sangiuliano che contro la corazzata Pordenone subisce la seconda sconfitta in Serie C. A ben vedere comunque è solo il risultato a lasciare l’amaro in bocca, perché il tecnico Ciceri nel dopopartita si dichiara comunque soddisfatto della prestazione, pur invitando i suoi a sfruttare meglio le tante occasioni da gol create.

La domenica calcistica ha invece regalato gioie e dolori ai nostri “top team”. In Serie D piange il Sant’Angelo, tornato con 5 gol sul groppone dalla trasferta in uno stadio che ha visto anche la Serie A. «Ero più arrabbiato la scorsa settimana al termine della partita con il Forlì, perché in quell’occasione abbiamo perso immeritatamente. Questa volta l’avversario si è dimostrato decisamente superiore», il commento del tecnico rossonero Pala che accetta il verdetto e chiama alla riscossa nel turno infrasettimanale di mercoledì con la Pistoiese. Vede il bicchiere «mezzo pieno» il suo collega Bonazzoli dopo il pareggio del Fanfulla con lo United Riccione che è costato la vetta della classifica ai bianconeri lodigiani: una partita emozionante, con i portieri protagonisti, che ha soddisfatto comunque per la prestazione.

Esce dal campo finalmente soddisfatto anche il Codogno, che dopo l’esonero di Curti e con in panchina il tecnico della Juniores Piccolo centra la sua prima vittoria nel campionato di Eccellenza. Categoria in cui continua a stupire il Club Milanese, al secondo successo in tre gare che la candida dunque al ruolo di autentica “matricola terribile”. In Promozione spiccava il derby Paullese-Tribiano: è finito in parità, con i padroni di casa ancora imbattuti e gli ospiti che rimangono primi.

È scattato infine il campionato di Serie A femminile di calcio a 5: buona la prima per la Kick Off.

Sul “Cittadino” in edicola oggi 25 pagine di sport


© RIPRODUZIONE RISERVATA