Campionati dilettantistici e giovanili, la Federcalcio decide per le porte chiuse
Un gol davanti a tribune deserte

Campionati dilettantistici e giovanili, la Federcalcio decide per le porte chiuse

Pubblicate le “indicazioni generali per la ripresa delle attività”: fino al 7 ottobre campi sportivi vietati agli spettatori

Doccia freddissima, sebbene il “Cittadino” avesse anticipato la notizia sul proprio sito internet nelle scorse ore, per le società di calcio dilettantistico. La Figc ha infatti pubblicato le “indicazioni generali per la ripresa delle attività”, sia a livello senior che giovanile, adottando la linea restrittiva secondo cui “è da intendersi, al momento, esclusa la partecipazione di pubblico alle partite delle competizioni ufficiali di interesse nazionale e regionale dalla Federazione”. Spettatori ammessi invece alle amichevoli, in quanto “singoli eventi sportivi di minore entità”. Anche la Federcalcio sposa dunque la linea della prefettura di Lodi e della questura di Cremona, almeno fino al 7 ottobre compreso, data di scadenza del Dpcm 7 agosto 2020. Scatenando le proteste del movimento calcistico di base.


Leggi l’approfondimento sul “Cittadino” in edicola venerdì 18 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA