Calcio, il mea culpa di Fanfulla e Sangiuliano

Calcio, il mea culpa di Fanfulla e Sangiuliano

Il trequartista bianconero Balla e il direttore sportivo gialloverde sottolineano gli errori commessi in una domenica poco favorevole

Niente scuse, vietato nascondersi dietro a un dito. È questo il mantra che aleggia attorno agli spogliatoi di Fanfulla e Sangiuliano dopo una domenica tutt’altro che favorevole in Serie D.
«Domenica non siamo stati attenti e abbiamo pagato, subendo 2 gol in appena 2 minuti», commenta il trequartista bianconeri Besmir Balla dopo la sconfitta casalinga con il Ghiviborgo. Come dire, non diventino un alibi le cattive condizioni del campo da gioco della “Dossenina”: «Non ci dobbiamo piangere addosso. Piuttosto bisogna lavorare ancora di più per fare risultato anche in casa», il pensiero di Balla, andato inutilmente a segno domenica (primo gol da quando è a Lodi).
A San Giuliano invece ci si rammarica per aver mancato l’occasione di tornare in vetta, con il pareggio con il Caravaggio: «Ci dispiace molto perché siamo stati puniti da un episodio che ci è parso dubbio, però non abbiamo chiuso la partita quando dovevamo», sottolinea il direttore sportivo Alessio Battaglino. Come a dire, guardare ai propri errori prima che a quelli arbitrali, se si vuole davvero fare strada.


Leggi gli articoli sul “Cittadino” in edicola martedì 7 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA