Ma chi semina la spazzatura cosa crede di raccogliere?

Carissimo direttore, ancora una volta chiedo ospitalità al suo giornale per segnalare alcune situazioni fatiscenti. Durante le festività natalizie, ho avuto modo di girare per le vie di qualche città dove lo stato di abbandoni indiscriminati ha preso piede come il panino con la mortadella (o Bologna che dir si voglia ) ovviamente la città dove vivo (come spesso capita) non poteva essere da meno, le segnalazioni e le relative lettere fatte pervenire a voi ed in copia alla nostra amministrazione comunale, sono di esempio.Non più tardi di 6 mesi fa, mi sono prodigato nel ripulire un campo sul tratto di strada che collega la S.P. 115 alla nuova rotonda sottopasso per Salerano, ora a distanza di sei mesi, lo stesso campo era infestato di sacchetti, sacchi, brik e bottiglie da far schifo ed ho quindi deciso di rimettermi all’opera coadiuvato da altre due persone che si sono prestate nell’aiutarmi, tre ore di lavoro e otto sacchi grandi riempiti, questo è stato il risultato della giornata ecologica del 7 gennaio 2012 in un tratto di strada lungo circa 200 metri, proviamo ad immaginare cosa ci sia nei fossi e nei campi circostanti, INCREDIBILE.L’album fotografico che allego, dimostra qual è lo stato di indecenza in cui alcune vie e strade che rimangono abbandonate a se stesse, all’incuria ed all’inciviltà sempre più crescente di alcuni diciamo incivili? (avrei voluto usare altri termini ma lasciamo perdere). Eppure i servizi (sia pur minimi ) ci sono e li paghiamo cari e salati considerando anche gli ultimi aumenti che abbiamo dovuto sopportare, la raccolta porta a porta funziona, allora mi chiedo: qual è il motivo per cui si gettano sacchi di spazzatura nei fossi? Si vuol fare un dispetto a qualcuno? A chi? A mio modesto avviso, il dispetto lo facciamo a noi stessi degradando ed inquinando le rogge, i campi ed i canali, creando problemi che inevitabilmente si ripercuoteranno contro noi stessi, si avete capito benissimo, si ripercuoteranno contro noi stessi, saremo ancora noi a dover pagare per’eventuale rimozione (nella migliore delle ipotesi) perché nel caso in cui non verranno rimossi, si macineranno all’interno dei terreni che poi verranno coltivati e che dovranno dare i loro frutti, quali frutti? E che frutti? Quelli concimati con la spazzatura? Con i sacchetti di plastica spesso non biodegradabile? Vergogna.Questo credo sia il termine corretto, vergogna. Un monito anche alla nostra amministrazione, caro sindaco Cordoni, emanare un’ordinanza contro gli abbandoni, non credo abbia un costo insostenibile per le casse comunali, credo invece che per una parte di cittadini, possa essere un motivo di ripensamento, glielo già chiesto altre volte, mi auguro si possa fare, per le campane di raccolta vetro, un cartello del tipo AREA VIDEOSORVEGLIATA dal costo di circa 5 euro, potrebbe in parte alleviare il problema?Grazie per l’attenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA