A Peschiera noi lavoratori abbiamo bisogno di certezze

Gentile redazione, i lavoratori della Stac Italia srl che prestano servizio all’interno del centro meccanizzato di Poste Italiane di Peschiera Borromeo, sospendono lo sciopero. Questa nostra decisione, sotto la guida sindacale della Fiom CGIL Nazionale è stata presa in seguito al ritiro immediato della cassa integrazione ordinaria. Dopo 6 giorni di sciopero molto turbati e faticosi per i continui picchetti davanti al centro di Peschiera, le nostre rivendicazioni sull’utilizzo ingiustificato della cassa per un totale del 50% dei lavoratori, sono state ascoltate dalla nostra azienda.

Rimane il fatto che la nostra situazione rimane articolata e difficile. Questo perchè Poste Italiane appalta il servizio di manutenzione e assistenza tecnica dei propri macchinari alla società Elsag datamat che, a sua volta, subappalta questo servizio alla Stac Italia.

È dal 2007, anno in cui siamo assunti dalla Stac, che viviamo di tagli al personale tecnico. Nel 2007 eravamo 42, mentre ora siamo in 34 fino a subire l’ultima mazzata del 50% a fronte di un taglio, dichiarato da Poste Italiane che si aggira tra il 5 e il 15%. Noi lavoratori abbiamo bisogno di certezze, di trasparenza sui reali numeri che aleggiano questo intrigato appalto, cosa che non abbiamo mai ottenuto. A marzo 2012 verrà effettuata una nuova gara d’appalto che, sicuramente sarà a ribasso, lasciando nell’incertezza più totale Noi lavoratori. Il nostro servizio è fondamentale per il processo di smistamento della corrispondenza. Abbiamo un bagaglio tecnico da difendere. In attesa di aperture di tavoli di confronto rimane lo stato di agitazione che si tradurrà in possibili ulteriori iniziative mirate a sensibilizzare la nostra situazione.

Distinti saluti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA