Fombio, proteste per il Padel: «È uno sport rumoroso»

Alcuni “vicini di casa” del centro sportivo chiedono provvedimenti

Fombio, proteste per il Padel: «È uno sport rumoroso»
Un campo di padel

Sono sempre di più gli sportivi che scoprono il padel, rielaborazione sudamericana del tennis che consente anche il rimbalzo delle palline zulle pareti perimetrali del campo, e anche a Fombio il “nuovo” sport sta riscuotendo un buon successo, ma tra chi abita vicino al centro sportivo c’è chi protesta: «I colpi del padel sono secchi e forti, tanto da essere chiamati in inglese gunshots, colpi di pistola. E lo sport viene praticato qui a Fombio senza sosta dalle 8 del mattino a mezzanotte, si può immaginare cosa vuol dire vivere in questa situazione 7 giorni su 7 con i campi non insonorizzati a 20-30 metri da casa» si sfoga un cittadino in lotta contro il centro sportivo di via Boccaserio. «Si parla molto di questo nuovo sport - continua il residente - ma si parla ancora troppo poco delle conseguenze e delle problematiche che i vicini devono affrontare vivendo a stretto contatto con un centro sportivo del genere – prosegue il cittadino -. Basta fare un breve ricerca su Internet digitando le parole chiave “padel, rumore, inquinamento acustico” e i risultati delle problematiche che stanno emergendo sono a dir poco allarmanti. Molti residenti in svariati comuni italiani e di altri Stati sono sul piede di guerra, preoccupati dei danni biologici causati da questo genere di sport». Dal centro sportivo però replicano che in via Boccaserio si fa sport da 40 anni. Davvero tutte le altre attività sono meno rumorose? (ha collaborato Laura Gozzini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA