CONCERTI Baglioni all’auditorium,
i biglietti vanno a ruba: Lodi ha “fame” di musica

Lo spettacolo del 28 febbraio riapre in città la stagione dei grandi appuntamenti con i big della canzone

CONCERTI Baglioni all’auditorium, i biglietti vanno a ruba: Lodi ha “fame” di musica
Claudio Baglioni

L’elenco dei grandi concerti in scena a Lodi nel corso degli anni è piuttosto cospicuo. Ma era da tempo – troppo, e non solo a causa della pandemia – che la città attendeva l’esibizione di un grosso calibro, sulla scia dei nomi, da Guccini a Jovanotti passando per Ligabue, Gianni Morandi e tanti altri, che tra gli anni Ottanta, Novanta e i primi Duemila avevano segnato l’irripetibile (o forse no?) stagione al “PalaCastellotti”. La notizia del concerto di Claudio Baglioni, in programma il 28 febbraio all’auditorium “Tiziano Zalli” in via Polenghi, ha riportato finalmente la “città del Barbarossa” al centro della musica. Un ruolo che a un capoluogo di provincia spetterebbe quasi di diritto, ma che Lodi ha smarrito nel corso degli anni, soprattutto se messa a confronto con la vivacità di centri delle stesse dimensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA