UCRAINA / IL REPORTAGE Al confine, in mezzo ai profughi: l’inferno a 1600 chilometri da noi

I due inviati del «Cittadino» in viaggio fino all’Ucraina con il convoglio lodigiano degli aiuti

UCRAINA / IL REPORTAGE Al confine, in mezzo ai profughi: l’inferno a 1600 chilometri da noi
I profughi al confine tra Ucraina e Polonia

Una notte. Basta solo una notte per arrivare alle soglie della guerra che sta martoriando in questi giorni l’Ucraina. I 1600 chilometri che ci separano da qui ti fanno capire che questo conflitto alla fine è un problema di tutti noi. E noi cosa possiamo fare mentre scoppiano le bombe e nelle strade delle città ucraine si combatte? Forse poco, o niente. Ma non la pensano così i quindici volontari lodigiani che venerdì sera sono partiti alla volta del confine polacco con l’Ucraina per portare medicinali, cibo, giocattoli e vestiti. A guidare la carovana Vittorio Codeluppi, professione commercialista e tanto altro.

Il reportage completo di Cristiano Brandazzi e Luciana Grosso sul «Cittadino» di lunedì 7 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA