Sarà un fine settimana di pioggia sul Lodigiano

Previste precipitazioni intense domenica mattina ma altrove si temono nubifragi

Sarà un fine settimana di pioggia sul Lodigiano

Pioggia sabato mattina e pomeriggio, tanta pioggia domenica mattina: è lo scenario previsto per il fine settimana dai meteorologi di 3B Meteo dovuto all’arrivo della prima vera perturbazione di stampo autunnale e di matrice atlantica, assenti da diversi mesi. Il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara spiega: «Il fronte raggiungerà il Nord e la Toscana nel corso di sabato, dove entro sera scaricherà piogge e rovesci anche a sfondo temporalesco: attenzione particolare a Liguria, specie di Levante, Toscana, specie settentrionale e Appennino emiliano, dove le precipitazioni potranno risultare anche molto abbondanti, con picchi locali di oltre 90-100mm: non escluse dunque su queste aree locali criticità idro-geologiche con allagamenti lampo e frane e/o smottamenti sui pendii appenninici più esposti (in primis Spezzino, Versilia, Lunigiana e Garfagnana). Piogge in risalita dal Ligure anche sulle restanti regioni del Nord, mentre il resto del Centro e il Sud rimarranno in attesa con Scirocco in rinforzo».

«Domenica la perturbazione avanzerà coinvolgendo in modo più diretto anche il Centro, dove saranno possibili rovesci e temporali anche di forte intensità.” - prosegue Ferrara di 3bmeteo.com che avverte - “In questa fase rischio nubifragi in particolare tra Umbria, Lazio e Abruzzo occidentale, dove non si escludono picchi di oltre 60-70mm, ma anche sopra i 110-120mm sui settori laziali meridionali, che dovrebbero essere il bersaglio principale della perturbazione. Precipitazioni a tratti abbondanti potranno interessare tra notte e primo mattino anche i settori marchigiani già interessati dalla recente alluvioni. In parte verrà coinvolto pure il Sud, con rischio nubifragi soprattutto sull’alta Campania, ma piogge e locali temporali potranno interessare pure i restanti settori in particolare Sardegna, Sicilia, Basilicata, Molise e medio-alta Puglia».

Per la prossimoa settimana, poi, è atteso il freddo: «Al seguito di questa perturbazione l’autunno alzerà ulteriormente la voce: aria artica infatti dilagherà su gran parte dell’Europa centro-settentrionale raggiungendo in parte anche il Mediterraneo nella prossima settimana. L’interazione con il mare Mediterraneo ancora caldo innescherà nuovi episodi di maltempo o comunque di marcata instabilità atmosferica su gran parte d’Italia. Avremo dunque a che fare con nuove piogge, temporali, sebbene alternati a parentesi più asciutte e soleggiate: le temperature si porteranno a tratti su valori da autunno inoltrato, con anche possibile ritorno della neve a quote medio-alte sulle Alpi. Si apre dunque una fase marcatamente turbolenta a partire dal fine settimana, di chiaro stampo autunnale». Data la temperatura sopra la media del mare, fino a 5 gradi in superficie sul Mediterraneo, si temono fenomeni violenti almeno fino all’inizio di novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA