Lodigiano e Sudmilano al voto, i primi commenti: esulta Raimondo di Fdi, Vallacchi del Pd preoccupata per Meloni

Confermate le previsioni delle ultime settimane, si attendono i dati definitivi

Lodigiano e Sudmilano al voto, i primi commenti: esulta Raimondo di Fdi, Vallacchi del Pd preoccupata per Meloni

Ecco i primi commenti sull’andamento del voto. Quando sono da poco passate le 23 di domenica le agenzie di stampa danno il lodigiano ministro della Difesa Lorenzo Guerini al Nazareno a fianco del segretario Enrico Letta. Al mattino ha votato al Bassi a Lodi, poche ore dopo è già nella Capitale.

«Stiamo parlando di numeri che non danno chiarezza sulla Lega - dice il segretario provinciale della Lega Claudio Barisell i, che ci parla verso la mezzanotte e mezza -; interessante sarà andare a vedere una divisione territoriale del voto. Il dato forte che emerge è che finalmente l’Italia dovrebbe avere un governo scelto dal popolo; dall’altra parte c’è attenzione perché in base alle prime proiezioni non sembra un risultato allettante per la Lega».

Il commissario provinciale di Fratelli d’Italia Fabio Raimondo è fisso online su whats app. Al cellulare ci risponde. Dalla sua voce si capisce già qualcosa, gli facciamo notare. «Le sensazioni sono belle» dice l’avvocato che ha guidato in questi mesi il partito della Meloni nel Lodigiano e che, stando così le cose, andrà a Roma alla Camera a rappresentare il nostro territorio. «Stiamo seguendo attentamente la situazione, sono dati iniziali, se si confermano sarà un bel risultato per noi» spiega Raimondo, prima di darci appuntamento a lunedì.

La segretaria provinciale del Pd Roberta Vallacchi è in prima linea alla sezione 8 della scuola del Ponte a Lodi come rappresentante di lista. Dal suo osservatorio, il partito di Letta è avanti sulla Meloni: «Questo vuol dire che su Lodi le distribuzioni sono tutte da verificare» E a livello nazionale? «Le forbici che vengono date in questo momento sono ancora piuttosto ampie, con il Pd tra il 18 e il 22 per cento. Certo è - ammette subito dopo - il centrodestra ha una coalizione ben precisa». Ci permettiamo una provocazione: la prima premier donna sarà di centrodestra, però.«Negli ambienti di lavoro o in politica è ormai fondamentale la presenza della donna, ma dipende da che donna. La Meloni ha dimostrato soprattutto in questa ultima fase una visione oscurantista e retrograda, ben lontana dalla figura della donna che desidererei avere come premier».

Alberto Villa , da due mesi commissario provincia di Forza Italia. «I primi numeri veri che stanno arrivando dicono che c’è un centro destra avanti, Forza Italia tiene bene, anche con un testa a testa con la Lega. In provincia di Lodi qualcuno ci dava già per morti, e invece la situazione è diversa».

Leggi l’approfondimento della giornata elettorale sul Cittadino di Lodi oggi in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA