LODI Via Serravalle, una delle strade più a rischio per ciclisti e pedoni cambierà volto

Chiusa la gara d’appalto, più vicini i cantieri da 270mila euro

LODI Via Serravalle, una delle strade più a rischio per ciclisti e pedoni cambierà volto

È uno dei punti delicati per la viabilità cittadina e la presenza di più servizi. Dalle scuole - il plesso scolastico Barzaghi e il collegio San Francesco - al presidio sanitario del Maggiore, con il via vai dei mezzi di soccorso e delle auto di chi deve accedere al pronto soccorso o alle prestazioni. Più vicini i cantieri per cambiare volto a via Serravalle e allo snodo con viale Savoia e via San Giacomo, operazione sicurezza e restyling da 270 mila euro complessivi, finanziato in toto da Regione tramite il Piano Lombardia per la ripresa economica, che porta complessivamente 4 milioni e 750 mila euro in città per investimenti su infrastrutture stradali e parcheggi.

Chiusa la fase di gara per individuare l’impresa che tradurrà in realtà il piano per riqualificare l’arteria, eliminando avvallamenti e deterioramenti, soprattutto all’intersezione con via Pallavicino, e per rendere più sicura l’intersezione tra le vie Serravalle, Savoia e San Giacomo. Qui sorgerà una mini rotatoria per regolare meglio il traffico e ridurre i rischi di incidentalità, ma sono previsti nel progetto anche interventi ai percorsi pedonali. In particolare sarà reso uniforme e più ampio il marciapiede che collega piazza Ospitale a viale Savoia, in alcuni punti oggi difficilmente percorribile, proprio per le dimensioni ridotte, per chi utilizza ausili nella deambulazione. Modifica che verrà messa in atto anche sul marciapiede di fronte alla scuola Barzaghi, sempre per garantire una migliore percorrenza.

Ad aggiudicarsi in via provvisoria i lavori, nella gara con procedura negoziata, a cui sono state invitate cinque imprese, la ditta Fratus Pavimentazioni srl, di Palosco in provincia di Bergamo. Con un’offerta con ribasso del 2,11 per cento sui lavori soggetti a ribasso di 202 mila euro, a cui si aggiungono i 12 mila euro di oneri per la sicurezza, per un importo contrattuale di 209.737 euro. Anche l’unica offerta arrivata nei tempi della procedura a cui sono state invitate cinque imprese, tutte delle Bergamasca. Per arrivare ai cantieri però è necessario ancora qualche passaggio: intanto la verifica dei requisiti dell’impresa, necessaria a rendere l’aggiudicazione efficacia per poter cantierizzare l’opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA