LODI Il Pirellone sabato ha premiato otto associazioni di volontariato dell’ospedale

Il riconoscimento per l’pera di volontariato in corsia, all’interno del progetto “#Mai soli”

LODI Il Pirellone sabato ha premiato otto associazioni di volontariato dell’ospedale

Il Pirellone sabato ha premiato le associazioni Amici di Serena e Abio, all’interno del progetto #Mai soli, destinato alle organizzazioni di volontariato impegnate in ospedale. Tra le 150 associazioni premiate con una pergamena, riconoscimenti sono andati anche all’Alor Associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa, Amici della dialisi e della nefrologia nel Lodigiano, Associazione italiana Ruem-Amici, associazione Roberto Malusardi, Auser lodigiano e Pallium.

Cambié: «Abio premiata per la seconda volta di fila»

«Si tratta della quarta edizione dell’iniziativa - spiega la presidente di Abio, la pediatra Maurizia Cambiè -, era stata interrotta per due anni, a causa della pandemia. Per noi si tratta della seconda premiazione. Siamo stati segnalati dalla direzione sanitaria dell’Asst di Lodi. Siamo molto soddisfatte, siamo riuscite a lavorare nonostante le difficoltà. Adesso abbiamo avuto anche l’ok per tornare in pediatria, al fianco dei bambini».Sono numerose le iniziative di intrattenimento dell’Abio, in occasione della festività, in corsia. «Stiamo cercando di arricchire anche il gruppo dei volontari - annota la presidente - dopo le vacanze di Natale faranno il tirocinio 7 nuove volontarie. A Santa Lucia i bambini si sono trovati sul comodino un piccolo regalo e il giorno dell’Epifania porteremo i vigili del fuoco in corsia per la tradizionale iniziativa». Oltre a finanziare le attività in pediatria, l’Abio ha prestato la sua fondamentale collaborazione in fiera, per l’avvio della vaccinazione anti Covid ai bambini, la scorsa primavera.

Abbà: «Il pronto soccorso pediatrico di Lodi nato grazie agli Amici di Serena»

«Siamo contenti di questo attestato e di questo riconoscimento - annota la presidente degli Amici di Serena Maristella Abbà - arrivato in seguito alla segnalazione dell’Asst di Lodi. È stata una piacevole mattinata, nell’auditorium del Pirellone, quella di sabato, iniziata alle 10 e terminata intorno alle 12.30». Le attività degli Amici di Serena in ospedale si sono concentrate sul sostegno alla neuropsichiatria infantile guidata dalla dottoressa Paola Morosini e al Pronto soccorso pediatrico. Per anni abbiamo finanziato le operatrici socio sanitarie che aiutavano i bambini. Il pronto soccorso pediatrico è nato anche grazie alla nostra insistenza e al nostro operato. Il nostro percorso è iniziato quando i bambini venivano visitati in reparto, noi li facevamo accompagnare dal pronto soccorso generale in pediatria». Fondamentale anche l’iniziativa in collaborazione con la Provincia e il Sistema bibliotecario “Nati per leggere”: le volontarie intrattenevano i bambini leggendo le fiabe ai piccoli.

Bertolaso: «Un’occasione imperdibile»

«È stata un’occasione imperdibile - ha spiegato l’assessore regionale al welfare, Guido Bertolaso - per ringraziare il mondo del volontariato: persone straordinarie che, quotidianamente e con costanza, dedicano parte della loro giornata e delle loro energie ad aiutare gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA