IL CASO Due auto a gasolio vanno a fuoco nel giro di poche ore

Gli interrogativi sugli episodi di Lodi e Massalengo: malfunzionamento, rogo doloso o carburante “sporco”?

IL CASO Due auto a gasolio vanno a fuoco nel giro di poche ore
L’auto bruciata a Lodi

Due auto a fuoco nel giro di poche ore. Case di produzione e modalità diverse nella propagazione dei roghi, ma stessa tipologia d’alimentazione. Erano infatti entrambe a gasolio le due vetture andate completamente distrutte nella serata di domenica e nel tardo pomeriggio di lunedì. Se ci sia o meno una correlazione impossibile saperlo. Certo è che da diversi giorni molti automobilisti dopo aver fatto rifornimento in determinate stazioni presenti tra città e zone limitrofe hanno dovuto fare i conti con malfunzionamenti delle auto. Tanti infatti anche quelli che, a mezzo social, hanno chiesto se altri utenti hanno avuto gli stessi problemi e nel caso come muoversi per farsi rivalere del danneggiamento subito. Ad alcuni non è più partita l’auto, ad altri si sono accese spie che segnalavano problemi nei filtri.

L’unico caso in cui si indaga anche per altri fattori è quello riguardante l’incendio dell’Alfa MiTo a Massalengo, con la pista dolosa non ancora messa nel cassetto, mentre per quanto riguarda quanto successo in via San Colombano difficile parlare di atto volontario visto che l’auto ha preso fuoco mentre era in marcia. Che così tanti casi molto ravvicinati siano accaduti tra Lodi e i comuni più vicini però sta facendo molto riflettere su possibili correlazioni e legami.

© RIPRODUZIONE RISERVATA