Anche i vigili del fuoco di Lodi impegnati per l’alluvione nelle Marche

Si stanno occupando del ripristino di strade e centri urbani

Anche i vigili del fuoco di Lodi impegnati per l’alluvione nelle Marche
Le operazioni di ricerca dei dispersi
(Foto di VvFf)

Due specialisti dei vigili del fuoco di Lodi da ieri sono in prima linea per l’emergenza nelle Marche dopo l’alluvione dovuta al temporale autorigenerante che giovedì scorso per diverse ore ha flagellato i territori di Ancona, Pesaro-Urbino e Fermo. La direzione regionale dei vigili del fuoco delle Marche ha diramato infatti a tutti i comandi dello Stivale la richiesta di intervenire con nuove forze da mettere in campo: «Si tratta di una procedura di routine durante calamità ed emergenze - spiega il comandante del Comando provinciale di Lodi Giuseppe Di Maria -, che prevede l’impiego del personale necessario per la sostituzione dei colleghi in campo, al fine di garantire il massimo aiuto alle squadre sul posto». Un autista di mezzi pesanti e un vigile del fuoco sono partiti da Lodi ieri alle ore 14 in direzione Pavia, per unirsi a una squadra composta da nove pompieri in tutto, diretti al Comando di Pesaro-Urbino. «Ora la situazione sta migliorando giorno dopo giorno per cui le unità in arrivo da Milano, Brescia, Pavia e Lodi si occuperanno di ripristinare le condizioni originali del territorio, rimuovendo il fango, le automobili danneggiate trascinate dalla corrente, ripristinando la viabilità e gli edifici che sono stati maggiormente colpiti dall’alluvione», conclude Di Maria. (ha collaborato Lucia Macchioni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA