Un inferno borghese lungo sessant’anni

Una strana storia di prevaricazioni quella di Konrad Lang, detto Koni, abbandonato dalla madre quando aveva sei anni e diventatp una sorta di giocattolo nelle mani della famiglia adottiva, il compagno di giochi, nelle mani di Thomas, l’erede di una delle principali famiglie di magnati svizzeri della finanza. Koni si trova a dovere subire ogni affronto, relegato al rango di fratellastro stupido, lui che sin da piccolo aveva mostrato una intelligenza sensibile e pronta. Ormai sessantenne, ingrigito e alcolizzato ancora costretto a subire le angherie della matrigna, Koni si ritrova ad avere una seconda occasione di vita, ma ancora una volta la sua felicità si scontrerà contro gli interessi della famiglia. Con la suspense di un giallo Martin Suter scava nella vita di una ricca famiglia borghese alla ricerca di una verità scomoda.

___________________

M. SUTTER, Com’è piccolo il mondo!, Sellerio, Palermo 2011, pp. 335, 14 euro


© RIPRODUZIONE RISERVATA