Le dieci parole magiche dello yoga

Le dieci parole magiche dello yoga

La giornalista Francesca Senette ci porta alla scoperta di una disciplina sempre più diffusa

Namasté, asana, om, karma, chakra. Parole estranee al vocabolario italiano, che di recente peró vengono proferite spesso nelle trasmissioni televisive, sui rotocalchi, nelle conversazioni tra amici. Appartengono alla disciplina dello yoga, ormai in auge anche in Italia, ma non tutti possono dire di conoscere a fondo il loro significato. Per coloro che sono incerti e vogliono capire meglio può risultare d’aiuto l’ultimo libro scritto da Francesca Senette, giornalista che è anche insegnante di yoga, che ci guida alla scoperta di questa disciplina attraverso dieci parole chiave.

Il volume, pubblicato da poco dalla casa editrice Sonda, si intitola Il piccolo libro dello yoga e rappresenta una specie di mini-dizionario dei termini più comuni. Il vademecum ideale per chi ha già provato la pratica e si è cimentato con posizioni e tecniche di respirazione, ma anche per coloro che sono incuriositi da una disciplina tanto di moda ma la conoscono poco e per chi è appassionato e cerca un libro chiaro e ben scritto da regalare o regalarsi. Insomma, si tratta di una guida adatta per chi immergersi appieno nella filosofia dello yoga, un sapere millenario, che insegna consapevolezza, gratitudine, concentrazione, armonia, equilibrio. In fondo il termine yoga significa proprio unire o unione, un accordo tra mente e corpo, anima e spirito.

Francesca Senette, già volto del Tg4, divulgatrice ed esperta di benessere, nel suo libro ha una sola ambizione: condividere il percorso che l’ha portata a provare per caso una classe di yoga e a scoprire un nuovo spazio dentro se stessa, una dimensione più intima, quieta, armonica e centrata. Da quel colpo di fulmine, la giornalista e scrittrice si è lasciata aggiogare ed è diventata insegnante. Nel libro risponde con uno stile diretto ed efficace alle domande tipiche degli allievi alle prime armi, che sono però anche quelle fondamentali per capire e scoprire qualcosa di nuovo che dona serenità. Soprattutto in questo periodo di tensione legato all’isolamento per la pandemia. In cui l’ansia la fa da padrona e saperla controllare, magari con respiri profondi e consapevoli, è già davvero un gran risultato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA