I segreti e i poteri di chi ha cambiato i destini del mondo

I segreti e i poteri di chi ha cambiato i destini del mondo

Pietro Ratto indaga sull’opera dei Rothschild e di altre dinastie che hanno condizionato governi e nazioni

Come viene insegnata la Storia a scuola? Cosa crediamo di sapere veramente? E se scoprissimo che quello che sappiamo in realtà è frutto di manipolazione? Naturalmente le interpretazioni storiografiche ci danno un quadro variegato, ma alcuni elementi vengono sempre drasticamente elusi. Eppure, come direbbe Karl Popper, per fondare la scientificità di una disciplina deve sempre esserci un “cigno nero” che la metta in dubbio. Questo libro è proprio questo cigno nero, uscito fuori dal lago della casa editrice Arianna, nota per pubblicare libri accusati di essere “complottisti”. Il giornalista Pietro Ratto, anche musicista, traccia le trame dinastiche di una delle famiglie più potenti della terra che ha attraversato la Storia condizionandone fortemente gli eventi. Diviso in due parti, una sui Rothschild e l’altra sulle famiglie imparentate che gestiscono colossi mondiali economico-finanziari e perfino editoriali, un libro che si legge come un romanzo ricco di colpi di scena: le noiose ma “doverose” descrizioni genealogiche si alternano ad eventi e collegamenti scioccanti con fatti di attualità. Oltre il velo di Maya delle certezze si svela un insieme di relazioni di eventi mai presi in considerazione. Troviamo allora prospettive inedite di eventi conosciuti: dalla fuga dei nobili-borghesi nell’America vergine della prima rivoluzione inglese ai finanziamenti nelle guerre napoleoniche, fino al ruolo delle industrie e della finanza nella rivoluzione bolscevica e nei campi di sterminio nazisti. Come nasce l’attuale debito pubblico che attanaglia gli Stati? Cosa lega la nascita della Federal Reserve al naufragio del Titanic? Non poteva mancare una parte sulla famiglia Agnelli-Caracciolo che fa riflettere sul perchè siano tanti i condizionamenti della stampa in Italia. Minuziosamente documentato con riferimenti a documenti e testi storiografici troppo spesso messi da parte dal sapere ufficiale e ufficioso, un libro che cerca un piano razionale anche negli eventi più casuali, una trama concatenata come una collana di perle che rischia di sfilacciarsi ad ogni passo in un’ultima deriva egheliana. Consigliati altri due libri dello stesso autore: “Rockfeller e i Warburg” e “La storia dei vincitori e i suoi miti” di respiro più generale che sceglie sinteticamente in modo divulgativo alcune linee interpretative nuove.


© RIPRODUZIONE RISERVATA