Franco Forte nel buio della storia
Franco Forte

Franco Forte nel buio della storia

Esce martedì 14 il romanzo “La bambina e il nazista” che lo scrittore lodigiano firma con Scilla Bonfiglioli

Un romanzo ispirato a fatti drammatici e reali che scava in una delle pagine più tenebrose della nostra storia. “La bambina e il nazista”, la nuova opera di Franco Forte (in libreria da martedì 14) scritto a quattro mani con Scilla Bonfiglioli, mostra però che si può accendere un bagliore di speranza anche nella notte più nera. Lo scrittore di Casaletto Lodigiano, preziosa firma anche del nostro quotidiano - che pubblica ogni settimana una rubrica dedicata al mondo dell’editoria - abbandona (ma solo momentaneamente) la storia antica per raccontare gli orrori dell’olocausto attraverso una vicenda triste e coraggiosa al tempo stesso, in cui il desiderio di vita prevale sulle mostruosità dello sterminio.

La copertina

La copertina

La copertina

“La bambina e il nazista”, in libreria da oggi per Mondadori, può essere considerato un romanzo di redenzione: il protagonista, Hans Heigel, ufficiale di complemento delle SS, affronta una personalissima guerra per difendere Leah, una bambina che tanto somiglia alla figlia Hanne, morta qualche mese prima di tubercolosi, dagli orrori del campo di concentramento, dai diavoli nazisti che vorrebbero ucciderla, nella loro smania della soluzione finale, dalla fame, dal dolore, dai soprusi, dalle malattie.

La bambina e il nazista - Franco Forte e Scilla Bonfiglioli

Ed. Mondadori (Milano 2020), pp 312 € 19


© RIPRODUZIONE RISERVATA