“Conosco un posto”: una guida pratica per scoprire Milano

“Conosco un posto”: una guida pratica per scoprire Milano

Caterina Zanzi “traduce” i contenuti del suo blog di successo in un libro ricco di informazioni

Da Internet alla pagina scritta: un cambio di mezzo ma non di prospettiva per Caterina Zanzi, che ha appena pubblicato per Magazzini Salani “Conosco un posto – Milano”, una guida pratica alla scoperta dei segreti della città, che siede ai piedi della Madonnina. Un libro pieno di informazioni, proposte e suggerimenti, che serve perfettamente per una vacanza a colpo sicuro o per riscoprire angoli e piccoli gioielli nella città dove si vive o che si trova a breve distanza. Perché – ammettiamolo – Milano è un mondo a sé, che spesso non si riesce a comprendere fino in fondo. Può essere affascinante con i suoi profili liberty; è di sicuro cosmopolita, ma si mostra talvolta pure grigia, poco attraente e ruvida. La Milano patinata della moda e quella inquieta delle periferie, la Milano festaiola dei giovani rampanti e quella aristocratica e un po’ snob convivono fianco a fianco. La metropoli ha mille volti, anche in continua evoluzione, vista la sua capacità di mostrarsi al passo con i tempi, senza tradire la propria origine e storia.

La guida di Caterina Zanzi sceglie come protagonista una città poliedrica e ne racconta il volto conviviale, che si svela tassello dopo tassello, come un mosaico in slow motion, attraverso i suoi caffè, i ristoranti etnici, i locali che fanno tendenza, le trattorie tradizionali. E non mancano piccole boutique in cui fare acquisti originali, gallerie e luoghi d’arte da scoprire e di cui stupirsi.

Nata a partire da “Conosco un posto”, il blog più amato dai milanesi, fondato nel 2014 da Caterina Zanzi, questa guida racconta angoli inediti, indirizzi per veri intenditori e location imperdibili. Dall’aperitivo in terrazza alla cena gourmet, dallo shopping agli eventi serali, senza dimenticare musei e monumenti: tanti consigli e spunti pensati per vivere la città nel migliore dei modi. E continuare a scoprirla, dato che nel libro figurano oltre 500 indirizzi, che potrebbero diventare il luogo del cuore del lettore, il porto sicuro dove tornare e sentirsi a casa. Come spiega l’autrice: «Questo è un libro pensato e scritto per chi vive a Milano, per chi la vivrà, per chi ha pianificato un weekend e persino per chi ci verrà anche solo una volta per lavoro. Quello che, ci auguriamo, accomunerà i lettori è la voglia di vivere e guardare alla città con curiosità, andando alla scoperta dei percorsi meno battuti e delle piccole “cose speciali”».


© RIPRODUZIONE RISERVATA