«Lampione ancora guasto: aspettiamo la tragedia?»

La segnalazione del lettore Antonio Chirumbolo da Lodi

«Lampione ancora guasto: aspettiamo la tragedia?»

All’attenzione del sindaco di Lodi

Buongiorno,

lo scorso 24 ottobre mia moglie segnalava un malfunzionamento dell’impianto di illuminazione stradale di via San Fereolo, all’altezza del civico 3 (per l’esattezza, l’ultimo lampione prima del parcheggio di SanFereorto/Bar del Chiosino, come da immagine allegata).

Ad oggi, dopo più di un mese dalla segnalazione e nonostante la risposta ricevuta da [email protected]: “Buongiorno, abbiamo inoltrato la sua mail all’Enel”, nulla è cambiato.

In sostanza, c’è un lampione che da tempo (credo più di un anno!) per 10 minuti non funziona, poi si accende per qualche secondo per poi tornare a spegnersi per altri 10 minuti.

Ne consegue che questo punto della strada è completamente al buio (seconda immagine allegata). L’aggravante di questa situazione è legata al fatto che tale lampione è situato esattamente sopra le strisce che individuano l’attraversamento pedonale, nonché a pochi metri dalla fermata dell’autobus.

Purtroppo, mio figlio di 11 anni, insieme ad altri due o tre ragazzi, tutte le mattine esce da casa per prendere la corsa delle h. 7:30 dell’autobus per recarsi a scuola, in questa situazione che definire pericolosa mi sembra anche molto riduttiva.

Poiché vorrei evitare di trovarmi con una delle tante segnalazioni dei cittadini che rimangono inevase per poi essere tirate fuori solo quando accade una disgrazia, vi invito ad intervenire tempestivamente affinché venga ripristinato al più presto il funzionamento dell’illuminazione e, volendo esagerare, a valutare anche l’impianto di una illuminazione specifica per attraversamenti pedonali.

Le lampade che illuminano il passaggio pedonale dovrebbero infatti differenziarsi da quelle che illuminano il resto della strada, perché diversificare la luminosità dei due tratti permette all’autista di distinguere la zona pedonale e al pedone di avvertire maggiore sicurezza grazie ad adeguate condizioni di visibilità che gli consentono di accorgersi in tempo della presenza di eventuali veicoli.

Certo della Vostra comprensione, porgo i miei più cordiali saluti

Antonio Chirumbolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA