«Alle prossime elezioni mandiamo i politici sotto il gazebo»

«Alle prossime elezioni mandiamo i politici sotto il gazebo»

La domanda di un nostro lettore: il tendone del pronto soccorso di Lodi, è questa l’eccellenza della sanità lombarda?

«Alle prossime elezioni sotto il gazebo

mandiamoci i politici indegni di governare»

Catenaccio

Egregio direttore,

sono nuovamente a chiedere ospitalità sul suo apprezzato quotidiano con un’altra lettera (cartacea, come ho visto che lei apprezza), ma non più per suggerire la piacevole rubrica delle “foto del giorno”, bensì per un fatto molto increscioso.

Già qualche giorno fa «il Cittadino» annunciava che la sala d’attesa del Pronto soccorso dell’ospedale di Lodi sarebbe stata spostata all’esterno sotto un gazebo. E già questa è una notizia piuttosto eclatante.

Ma in più, proprio in questi giorni, passando in zona, ho potuto vedere di persona, direttamente dalla strada, la scena allucinante come quella di un ospedale da campo ai tempi della guerra.

Sotto il telone ed il caldo torrido attendevano circa una ventina di persone più o meno sofferenti, alcune anche con evidenti bendature. Beh, pur sapendo della cosa sono rimasto prima allibito ed esterefatto, ma successivamente è sorta in me una profonda indignazione.

Questa sarebbe l’eccellenza della sanità lombarda!

Non voglio fare una questione politica, che non mi ha mai entusiasmato e che attualmente mi disgusta, ma penso che qualsiasi sia il colore della direzione sanitaria lodigiana e lombarda (perché è così, strettamente legata alla politica) debba assolutamente vergognarsi di questa soluzione fatta senza pudore alcuno verso la gente.

Mi auguro infine che proprio la gente lodigiana se ne ricordi quando andrà a votare alle prossime elezioni regionali, per mandare sotto il gazebo qualche politico indegno di governare.

Grazie per l’ospitalità e cordiali saluti.

Pippo Balestra

Lodi


© RIPRODUZIONE RISERVATA