Un “gran premio“ per i talenti, Zucchetti va a caccia di candidati

Una due giorni di selezioni per far incontrare studenti e imprese dedicata al tema della “smart city”

Un “gran premio“ per i talenti, Zucchetti va a caccia di candidati

La ricerca dei talenti segue percorsi nuovi. Si è conclusa la due giorni dedicata a Smart&Hack, il gran premio dei talenti che punta a far incontrare studi superiori e azienda. Cento studenti universitari e degli Its si sono sfidati nella presentazione di progetti stimolati da sei imprese private ed enti pubblici sul tema “Smart city: l’ecosistema per la città del futuro”. Tra le aziende ha aderito Zucchetti, che della coltivazione dei talenti ha fatto negli ultimi anni un elemento qualificante delle politiche di recruiting.

L’iniziativa, tenutasi a Milano, è promossa da Risorse e ha il patrocinio di Regione, Città Metropolitana e Aci. «Creare un network di giovani talenti è per Risorse una sfida stimolante e di valore. Vogliamo mettere in luce il potenziale delle nuove generazioni, avvicinandole alle aziende del territorio in modo smart», commenta Marco Pagano, Ceo di Risorse. In concreto ieri i concorrenti, di età compresa tra i 20 e i 26 anni, hanno sviluppato nell’arco di otto ore dei progetti innovativi, mettendosi alla prova con una delle sfide lanciate da sei aziende pubbliche e private, rispettivamente Risorse, Acquedotto Pugliese, Forestami, Simone Micheli Architectural Hero, Vodafone Automotive e Zucchetti. Il team vincitore ottiene un doppio premio: buoni Amazon per un totale di 1.500 euro, ma soprattutto l’avvio di una collaborazione con l’azienda che avrà lanciato la sfida. In questo modo i giovani talenti potranno passare dall’esercizio accademico alla messa in campo delle proprie idee, incontrando il modello e l’organizzazione di grandi aziende o enti. Una modalità tutta nuova per avvicinare l’eccellenza degli studi superiori con alcuni dei soggetti che sono motore dello sviluppo del territorio.

La sfida lanciata da Zucchetti ha posto l’attenzione degli studenti delle università sull’utilizzo della tecnologia (App, IoT, Nfc) per incoraggiare i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi e scelte di mobilità sostenibile. «Le soluzioni Zucchetti svolgono un ruolo importante per collegare le aziende alla città e per questo motivo Zucchetti ha accettato la sfida e scelto di partecipare a Smart&Hack - sottolinea Luca Stella, innovation manager di Zucchetti -. Le persone e la tecnologia rendono reale la smart city. La nostra challenge è una call for ideas per dare alla tecnologia il compito di educare, incoraggiare, premiare e divertire giovani e adulti, orientando le loro scelte verso modelli di mobilità virtuosi e sostenibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA