Il “manifesto” di 460 imprenditori: «Ora il Broletto ci deve ascoltare»

Il “manifesto” di 460 imprenditori:

«Ora il Broletto ci deve ascoltare»

Le adesioni sono arrivate da tutta la provincia di Lodi, con richieste su tasse, affitti e altro

Imprenditori Uniti: 460 titolari di attività commerciali e liberi professionisti del Lodigiano, duramente colpiti dall’emergenza covid-19, si sono riuniti in un gruppo Facebook per chiedere aiuti concreti da parte dei Comuni e dello Stato. Il gruppo è nato grazie all’impegno di due parrucchieri di Lodi: Claudio Muleddu, titolare del salone da parrucchiere Clap di viale Agnelli, e Giuseppe Viscuso, titolare di La Maison di via Gaffurio. Ora Imprenditori Uniti ha deciso di unirsi al MOSA (Movimento delle Saracinesche), movimento spontaneo nato qualche giorno fa a Genova per volontà dell’imprenditore Marino Poerio. «Stiamo affiggendo sulle nostre vicine il loro simbolo, le loro richieste e il nostro numero di telefono per gli interessati - spiega Muleddu -. Nel gruppo Imprenditori Uniti ci sono persone di Brembio, Sant’Angelo, Codogno e tanti altri paesi del Lodigiano: entrano solo persone titolari di attività oppure liberi professionisti con partita iva. L’iniziativa sta avendo un buon riscontro. Ora abbiamo un progetto serio, articolato sui sette punti proposti dal MOSA».

Il Movimento delle Saracinesche propone a livello nazionale: stop delle locazioni commerciali (che verrebbero prese in carico dallo Stato), cancellazione delle tasse per il periodo di inattività, proroga delle cassa integrazione per i dipendenti, eliminazione degli oneri contributivi dei dipendenti per tutto il periodo di chiusura, annullamento delle commissioni alle banche per l’utilizzo del Pos, blocco delle nuove licenze per evitare concorrenza eccessiva, “helicopter money” (ovvero erogazione di liquidità immediata per far ripartire l’economia). Il gruppo di Imprenditori Uniti vorrebbe ottenere un tavolo di confronto con il sindaco di Lodi Sara Casanova e il vicesindaco Lorenzo Maggi, per far sentire la propria voce al Broletto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA