Il Lodigiano in preghiera nella Giornata per la Pace

Il Lodigiano in preghiera nella Giornata per la Pace

Le proposte delle parrocchie di Sant’Angelo, Casale, Castiglione e Ossago per l’1 gennaio

“Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace” è il messaggio che Papa Francesco ha inviato a tutte le diocesi per la 51esima Giornata mondiale della pace dell’1 gennaio 2018. Una ricorrenza che sarà celebrata con diverse iniziative nella parrocchie del territorio.

A Sant’Angelo Lodigiano sarà celebrata con la tradizionale marcia silenziosa, dal quartiere Pilota alla Basilica dei Santi Antonio Abate e Francesca Cabrini. Il programma dell’iniziativa prevede alle 16 la Messa nel salone dell’oratorio di San Rocco (anziché nella chiesa parrocchiale, chiusa da ottobre per lavori di restauro), seguita da un tempo di adorazione e di riflessione sul messaggio del Santo Padre, animato dall’Azione cattolica. Alle 17.30 i fedeli si metteranno in cammino verso la Basilica, dove alle 18 il parroco monsignor Ermanno Livraghi presiederà la Santa Messa, alla presenza delle associazioni che marceranno con i gonfaloni, e delle autorità.

A Castiglione il primo gennaio la parrocchia organizza un momento di adorazione eucaristica per la pace alle 16.30 nella chiesa dell’Incoronata, quindi canto dei vespri, alle 17.30 marcia silenziosa fino alla chiesa parrocchiale dove sarà celebrata la santa messa. Alla cerimonia sono invitati i rappresentanti dell’amministrazione comunale, le autorità militari e tutte le associazioni del paese.

A Casale, alle 16.45, tutti in piazza intorno al falò. L’Azione Cattolica, insieme alla parrocchia dei Santi Bartolomeo e Martino, propone la tradizionale veglia della pace, a cui seguirà alle 18 la santa messa nella chiesa parrocchiale.

Il messaggio di Papa Francesco sarà al centro dell’incontro pubblico in cui alla lettura di stralci del messaggio, alla preghiera, e ai canti, si alterneranno alcune testimonianze: Beatrice Aletti, operatrice Caritas che segue da vicino le persone che la parrocchia accoglie; un operatore della Comunità Papa Giovanni XXIII; Emanuela Bianchi, insegnante e responsabile Progetto Integrazione all’istituto Cesaris, e Thierry Segbedj, presidente dell’Associazione Denygba “Terra Nostra”.

Anche la parrocchia di Ossago ha chiesto che la luce della pace sia portata in chiesa. Presso il santuario Mater Amabilis di Ossago alle ore 17.30 arriverà la luce di Betlemme portata dagli scout sezione Mascj di Lodi. Presso la grotta di Betlemme arde da anni una lampada con questa fiamma e nell’occasione del natale viene portata in tutto il mondo come segno di pace.

Dopo l’accoglienza alle 17.30 ci sarà un momento di preghiera per la pace che avrà come tema il messaggio del Papa per questa giornata . Seguirà la Messa al termine della quale verranno distribuiti i lumini con la luce di betlemme per ogni famiglia da portare nelle proprie case. Questo sarà segno di richiesta di pace al Signore per tutte le famiglie.

I Lavoratori credenti alle ore 21 del primo gennaio si troveranno alla chiesetta della Pace di Lodi per la recita del santo rosario, per implorare dalla Madonna la sua benedizione all’inizio del nuovo anno.

Infine ricordiamo che al Carmelo di Lodi la sera del 31 dicembre saranno celebrati l’Ufficio delle Letture e la Messa a partire dalle 22.30. 
Sara Gambarini e Angelika Ratzinger


© RIPRODUZIONE RISERVATA