Se il boss ti mette a dieta è perché vuole renderti felice

di Caterina Belloni

Gli impiegati da “mettere a dieta” vengono individuati principalmente sulla base di due ragioni. Se devono svolgere funzioni in spazi ristretti, dove essere magri è un vantaggio evidente o se hanno impieghi eccessivamente sedentari, che potrebbero influire sulle loro condizioni di salute. Ad esempio la Thames Water e la West Midlands Ambulance Service, che si occupano rispettivamente di manutenzione della rete idrica e di assistenza sulle ambulanze, hanno fatto diventare lo snellimento dei dipendenti un progetto di benessere e salute fondamentale per la propria attività. Perché - come spiegano in una nota ufficiale - “l’obesità può incidere sulla salute fisica e sul benessere psicologico di un lavoratore e impedirgli di raggiungere il massimo dei risultati”. In fondo pochi mesi fa anche il Ministero della salute britannico aveva invitato i datori di lavoro a giocare un ruolo più ampio nel mantenimento della salute dei loro dipendenti. Perché non si ammalassero, generando evidenti costi per l’azienda, la società e lo Stato, e perché fossero felici. Ma forse in questo progetto un po’ strampalato che prevede che il tuo direttore ti mandi a dimagrire, l’unico elemento sensato è proprio l’aspetto della serenità. In un paese che ha una cultura alimentare arretrata e spesso si nutre per tradizione di prodotti che danneggiano la salute, non è semplice rimanere magri. Eppure il mondo di oggi impone agli individui di stare in forma e chi non ci riesce potrebbe finire per deprimersi o non sentirsi a proprio agio, sviluppando una scarsa autostima e sentendosi in colpa eppure incapace di risolvere il suo problema.

Nello schema definito dai datori di lavoro in collaborazione con Slimming World, organizzazione che propone corsi di Gruppo per il controllo del peso, ai dipendenti viene consegnato un buono per un corso di dodici settimane da usare in un centro vicino a casa loro oppure nelle sedute organizzate in azienda.

Nel caso dei dipendenti della West Midlands Ambulance Service, il progetto con Slimming World funziona da un paio d’anni e già 645 persone ne hanno beneficiato con risultati positivi. Sono più in forma, quindi più efficienti nell’assistere le persone ferite o malate ma anche più felici perché si piacciono.

La loro autostima cresce man mano che il girovita si assottiglia e allora si sorride anche nei momenti di fatica e si lavora con maggior profitto. Un vantaggio a 360 gradi, insomma, che vale la pena di conseguire, investendo in diete, gruppi di confronto e ricette light.


© RIPRODUZIONE RISERVATA