TRASPORTI Nel Lodigiano addio a Star e Line: dall’1 gennaio operativa Star Mobility
Il nuovo logo della società

TRASPORTI Nel Lodigiano addio a Star e Line: dall’1 gennaio operativa Star Mobility

La famiglia Zoncada festeggia i cento anni di attività e apre un nuovo capitolo della propria storia

Addio Star e Line, dal 1 gennaio 2022 è operativa Star Mobility, la società unica che si occupa del trasporto pubblico locale della provincia di Lodi. La famiglia Zoncada festeggia i 100 anni di attività, nata come Garage Tommasi nel 1922, poi divenuta Star dal 1934, riorganizzando l’assetto del gruppo. Con riferimento ai valori 2019 pre-Covid, la nuova società ha un valore della produzione di 35 milioni di euro, con 11,5 milioni di chilometri percorsi l’anno e 390 dipendenti, di cui 280 conducenti e gli altri tra uffici, officine e addetti ai parcheggi per la gestione dei servizi comunali sulle strisce blu.

Tecnicamente la trasformazione è avvenuta con il cambio di ragione sociale di Line Servizi per la Mobilità Spa in Star Mobility Spa, con il conferimento di ramo d’azienda da parte di Star Spa e da parte di Pmt Srl. Dopo il riassetto, dal 1 gennaio la catena di controllo è stata semplificata e accorciata, con Star che detiene le partecipazioni e svolge ruolo di holding, Star Mobility che è l’unica società operativa, e gestore del trasporto pubblico per tutta la provincia di Lodi, mentre Pmt, ormai svuotata, sarà posta in liquidazione. Entro Pasqua, o subito dopo, saranno modificati tutti gli elementi visuali, i cartelli alle fermate e alle pensiline, e le livree degli autobus, con la nuova denominazione e il nuovo logo Star Mobility. I primi cambi avverranno non appena il freddo intenso di questi giorni scemerà. La scelta del nome è caduta sulla continuità con gli oltre 80 anni di storia di Star, proprio nel centenario dell’inizio attività della proprietà, la famiglia Zoncada, l’altro vero elemento di continuità. Il nuovo sito Internet starmobility.it è già attivo, anche se sono ancora aperti i vecchi siti di Line e Star, e presenta alcune funzioni in più per gli utenti, per esempio la possibilità di calcolo dei percorsi da partenza ad arrivo utilizzando il servizio pubblico, treno compreso. Tutti i documenti di viaggio rilasciati da Line o Star sono validi fino a scadenza, i nuovi titoli emessi sono già Star Mobility.

«La riorganizzazione risponde a una logica di accorciamento e razionalizzazione dell’assetto del gruppo, anche in vista delle prossime gare per il traporto pubblico locale – spiega Luca Paolo Delbarba, amministratore delegato di Star Mobility -. Per gli utenti, al momento non cambia nulla, perché di fatto possono proseguire a viaggiare come in precedenza, ma in futuro potranno esserci importanti migliorie. Basti pensare all’integrazione dei titoli di viaggio, ma anche alla possibile rivisitazione e ristrutturazione di alcune linee, e all’integrazione tra il trasporto pubblico extra-urbano e quello urbano nel comune di Lodi. Partiamo in un periodo segnato dall’emergenza Covid che influisce molto sui servizi, ma crediamo che questa operazione ci proietti nel futuro». L’unificazione delle due società poi produce effetti diretti per il gruppo in termini di sinergie, di economia di scala e di organizzazione, con l’obiettivo di una maggiore efficienza complessiva. A livello interno, operare nella manutenzione di un parco bus unificato consentirà di migliorare e di programmare al meglio gli interventi. Infine, e non è da meno, tutti gli stakeholder e le istituzioni avranno un unico interlocutore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA