Per il “mattone” nel Lodigiano è ancora dura, ma c’è fame di case in affitto

Per il “mattone” nel Lodigiano è ancora dura, ma c’è fame di case in affitto

Prezzi di vendita stabili nel mercato immobiliare, in aumento i canoni di locazione

Il mercato immobiliare non si riprende ancora nel Lodigiano, ma c’è fame di alloggi in affitto, che vedono salire alle stelle i canoni di locazione in provincia. Secondo i dati dell’Osservatorio del portale Web Immobiliare.it i prezzi delle abitazioni nel primo trimestre del 2021 sono stabili nel capoluogo, in flessione in provincia, e comunque inferiori ai valori del primo trimestre 2020. In rialzo i prezzi degli affitti.

A Lodi il prezzo medio di vendita nel capoluogo nel primo trimestre di quest’anno è stato di 1.696 euro al metro quadrato, sostanzialmente stabile rispetto all’ultimo trimestre 2020, -0,1 per cento. Rispetto a un anno fa il prezzo di vendita è in calo di -0,5 per cento. In provincia i prezzi sono decisamente inferiori, e mediamente si può risparmiare oltre 500 euro al metro quadrato: il costo è di 1.183 euro al metro quadrato, in calo di -0,8 per cento rispetto all’ultimo trimestre 2019, e in calo di -1,5 per cento rispetto a un anno fa. In realtà i prezzi medi non sono in grado di rappresentare una realtà composita come quella lodigiana, dove la richiesta di abitazioni, secondo i dati di fine 2020, sembrava in crescita nella provincia e nelle aree periferiche del capoluogo, compatibilmente con la scelta delle villette con maggior spazio vivibile, una delle eredità della pandemia e del lockdown dell’anno scorso.

I valori di vendita del Lodigiano sono comunque tra i più bassi della Regione, sia nel capoluogo sia in provincia (in testa, inarrivabile, Milano con 4mila 782 euro al metro in città e 1.866 in provincia, entrambi in rialzo). Situazione molto diversa per i canoni di locazione, in cui Lodi viaggia nella parte alta della classifica regionale, con valori in aumento, soprattutto in provincia.

Un affitto a Lodi costa mediamente 9 euro al metro quadrato, in rialzo di +1,1 per cento rispetto al trimestre precedente e in crescita di +2,3 per cento rispetto al primo trimestre 2020, un anno fa. È boom per gli affitti in provincia: il prezzo medio è di 6,8 euro al metro quadrato, in crescita di +1,5 per cento rispetto al trimestre precedente, ma soprattutto in crescita di +7,9 per cento rispetto al primo trimestre 2020. Analizzando l’andamento dell’anno, si evince che il boom è avvenuto proprio nel secondo trimestre 2020, probabilmente in concomitanza con gli effetti più duri del lockdown. Ancora una volta è Milano a guidare la classifica regionale, con 18,3 euro al metro quadro in città, il doppio di Lodi, e 10,4 euro al metro in provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA