MASSALENGO Tecnocosmesi, firmato l’accordo: previsti investimenti e assunzioni

Il colosso della cosmesi occupa 173 persone, il sindacato: «L’azienda in questa fase di crisi continua a crescere»

MASSALENGO Tecnocosmesi, firmato l’accordo: previsti investimenti e assunzioni
Lo stabilimento della Tecnocosmesi di Massalengo (Ribolini)

Assunzioni, investimenti in automazione, attenzione alla sostenibilità energetica. In Tecnocosmesi, colosso della cosmesi a Massalengo, è stata firmata l’intesa di secondo livello che punta sulla crescita della società. «Nel Lodigiano ci sono tante realtà del chimico, farmaceutico e della cosmesi dove si fa buona contrattazione di secondo livello», il commento di Emanuele Caravello, segretario della Filtcem Cgil di Lodi. I contenuti dell’intesa sono stati portati all’attenzione dell’assemblea dei lavoratori a inizio settimana. In Tecnocosmesi lavorano oggi 173 persone e si producono conto terzi articoli del settore della cosmetica decorativa, nelle aree del make up e dello skin care, e integratori in nuove formulazioni.

La piattaforma valida per i prossimi tre anni prevede un impegno diretto a continuare nelle assunzioni, che negli ultimi mesi hanno registrato l’ingresso di 10 unità in diversi reparti e posizioni, negli uffici, in controllo qualità, in ricerca e sviluppo e in produzione. In particolare, sono già programmate quattro assunzioni per l’anno prossimo, tutte in produzione, nell’ottica del ricambio generazionale, per compensare le uscite previste per pensionamento e mantenere quindi l’attuale composizione della forza lavoro. L’azienda punta a investire in nuovi impianti automatizzati, «ma non prevede alcuna riduzione di personale, bensì un percorso di formazione e riqualificazione per adeguarsi alle nuove tecnologie». L’azienda ha anche messo nero su bianco l’impegno nella transizione energetica verso le fonti alternative, con un investimento di 5 milioni di euro in un nuovo impianto fotovoltaico. Per i lavoratori infine è previsto l’aumento del valore del ticket mensa: nel 2022 è d 6,29 euro, l’anno prossimo sarà adeguato a 7,29 euro, nel 2024 sarà portato a 8 euro.

«L’azienda in questa fase di crisi economica e incremento di costi energetici e materie prime continua a crescere, sia in organico sia in fatturato – commenta Emanuele Caravello, segretario Filtcem Cgil Lodi -. È un’azienda che guarda al futuro e non aspetta solo gli sgravi e gli incentivi statali per gestire questo momento d’incertezza. Siamo molto soddisfatti delle relazioni sindacali, che si consolidano sempre di più, e nello specifico per questa piattaforma è stato fatto un ottimo lavoro di squadra, ciascuno per il suo pezzo, dall’azienda, dalla Filtcem Cgil e da Assolombarda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA