LODI Utile di 1,35 milioni per la Bcc Laudense: i soci approvano e incassano il dividendo

Lunedì l’assemblea con espressione di voto effettuata nei giorni precedenti per delega

LODI Utile di 1,35 milioni per la Bcc Laudense: i soci approvano e incassano il dividendo
L’assemblea della Bcc Laudense si è svolta con la sola presenza del Cda

I soci di Bcc Laudense approvano il bilancio 2021 e incassano il dividendo. Si è tenuta lunedì nella tarda serata l’assemblea dei soci della Banca di Credito Cooperativo Laudense, con la sola presenza del Cda e l’espressione di voto effettuata nei giorni precedenti esclusivamente tramite delega al rappresentante designato, come prassi nelle banche per le misure anti-contagio che impediscono i raduni. Nessuna sorpresa per l’istituto di credito lodigiano, che chiude l’11esimo esercizio consecutivo in attivo e con dividendo ai soci. Dal 2010 la sommatoria degli utili è di oltre 17 milioni di euro.

«In un anno complicato e difficile come è stato il 2020, Bcc Laudense ha confermato che la politica di prudenza e crescita pagano – il commento del direttore generale Fabrizio Periti e del presidente del Cda Alberto Bertoli -. I risultati di bilancio evidenziano l’affidabilità di Bcc Laudense e la capacità di produrre remunerazione. Le consistenze patrimoniali confermano il miglior livello di solidità patrimoniale di sempre, dando testimonianza di una banca in grado di tutelare il risparmio ad essa affidato, espressione della fiducia raccolta dall’intero territorio di operatività. Nel 2020 è stata rilevante l’attività di sostegno economico al territorio, sia con misure tradizionali sia con misure straordinarie, favorite dagli interventi a garanzia pubblica. Bcc Laudense è vicina al territorio, sempre. Anche e soprattutto nei momenti difficili».

I conti 2020 sono stati positivi. L’utile di esercizio si è chiuso in attivo per 1 milione 350mila 980 euro «a conferma di una gestione prudente che è però in grado di portare valore ai soci anche in condizioni di mercato limitanti». I volumi e il margine d’intermediazione crescono a doppia cifra rispetto all’anno precedente, rispettivamente +10,95 per cento e +16,99 per cento, il risultato della gestione finanziaria però chiude a -13 per cento per l’accantonamento prudenziale per svalutazione crediti per 3 milioni di euro. Importanti le misure a sostegno del territorio nell’anno della pandemia: 411 i nuovi mutui (per un nozionale di 35 milioni di euro), più di 500 le moratorie (su finanziamenti per 75 milioni di euro totali), 279 i finanziamenti a garanzia pubblica (per un nozionale di 18 milioni di euro). Nel corso del 2020, in piena pandemia Bcc Laudense ha aperto una nuova filiale a San Giuliano Milanese, e il Cda a margine dell’assemblea ha annunciato l’imminente apertura di una nuova agenzia a Opera, prevista per fine estate.

L’assemblea ha approvato all’unanimità la proposta di destinazione dell’utile, per i tre quarti mandato a riserva legale. Gli oltre 3mila 100 soci incassano 254mila 743 euro di dividendo, il 2,90 per cento, il massimo consentito dalla normativa, approvato una volta appurato il rispetto delle indicazioni prudenziali della Bce sulle destinazioni degli utili con la pandemia ancora in corso. In primavera, dopo lo sblocco della Bce, Bcc Laudense aveva messo in pagamento il dividendo 2019 già deliberato l’anno scorso, pari a 352mila 350 euro.

L’assemblea ha anche eletto anche Elena Mascheroni a sindaco effettivo, Clara Corona a sindaco supplente: entrambe resteranno in carica fino all’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio d’esercizio 2021, dunque per circa un anno.n

© RIPRODUZIONE RISERVATA