Da lunedì è operativa la nuova Bcc: Borghetto e Centropadana si fondono
La sede centrale della Bcc Centropadana a Lodi in corso Roma

Da lunedì è operativa la nuova Bcc: Borghetto e Centropadana si fondono

Dopo almeno dieci anni si concretizza il progetto di un unico soggetto del credicoop

Nasce lunedì la nuova Bcc Centropadana con l’integrazione di Bcc Borghetto Lodigiano, la cui attività è formalmente cessata con atto notarile redatto lunedì scorso. Nel fine settimana la migrazione dei rapporti, per i clienti cambia solo l’Iban. Tutti i clienti e le imprese della Borghetto sono stati informati del passaggio e degli adempimenti necessari, quelli della Centropadana non vanno incontro ad alcun cambiamento. Tecnicamente, si tratta di una fusione per incorporazione. Per i rapporti di Bcc Borghetto cambia solo l’Iban, già comunicato a tutti. Utenze, pensioni e altre domiciliazioni saranno modificate con il nuovo Iban automaticamente, anzi il cambio delle coordinate bancarie è già stato effettuato. Resta un adempimento dei clienti quello di comunicare il nuovo Iban per ricevere pagamenti o accrediti su conto corrente. I libretti degli assegni in possesso della clientela rimangono validi fino ad esaurimento, quando saranno sostituiti dai nuovi con le coordinate bancarie aggiornate. Tecnicamente la migrazione dei rapporti avverrà in questo fine settimana, ma non si prevedono disagi come in altri casi di acquisizioni bancarie. Entrambi gli istituti, sotto il cappello di Gruppo Iccrea a cui entrambi appartengono, condividevano già lo stesso sistema informatico. Tutte le filiali di Centropadana e Borghetto sono state formate sulle operazioni da compiere e lunedì saranno in grado di assistere la clientela per qualsiasi evenienza.

La nuova Bcc Centropadana nasce dopo un percorso lungo. Già da almeno 10 anni si discute della possibilità di un’unica banca di credito cooperativo del territorio, e dopo l’uscita di scena della Popolare di Lodi come banca del territorio (prima nell’alleanza veneta, poi sotto il grande marchio della Popolare di Milano) il processo di integrazione delle Bcc è stato visto come sempre più urgente. Nel momento di scelta dell’appartenenza ai Gruppi Bancari Cooperativi, nel 2019, la scelta comune di Iccrea Banca per Centropadana e Borghetto, con la Laudense invece verso la trentina Cassa Centrale, di fatto ha definito il risiko lodigiano delle vecchie casse rurali, annunciato l’anno scorso e formalizzato poi in primavera.

Nel Consiglio d’Amministrazione di Bcc Centropadana entrano quattro membri del Cda della Borghetto, il presidente Angelo Boni che assume l’incarico di vice-presidente, e tre consiglieri, Marco Casazza, Paolo Sommariva e Angelo Stroppa. A fare loro spazio sono i consiglieri dimissionari Marco Elefanti, Angelo Riccardo Ferrari, Paolo Lolla e Alberto Noro. Il presidente della nuova Centropadana rimane Antonio Baietta, che nella prossima primavera lascerà il timone proprio ad Angelo Boni. Il nuovo Cda si riunirà per la prima volta giovedì prossimo 16 settembre. Ancora da definire nel dettaglio la composizione dell’organigramma dirigenziale. La direzione rimane sotto Luca Barni, che in primavera aveva sostituto Oliviero Sabato. Vicedirettore unico sarà Ferdinando Marazzina, già direttore di Bcc Borghetto. La compagine dei quadri dirigenziali è ora piuttosto affollata, ma la banca ha già avviato trattative individuali per favorire l’esodo di alcuni dirigenti il cui posto in organigramma è stato assunto da colleghi in arrivo da Borghetto o non è più ritenuto strategico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA