Viaggio lungo l’Adda alla scoperta dei castelli in difesa del Lodigiano

Viaggio lungo l’Adda

alla scoperta dei castelli

in difesa del Lodigiano

Un viaggio lungo l’Adda, alla scoperta delle antiche fortificazioni diventate gioielli architettonici e artistici del Lodigiano. Il festival Arte Vino di Maleo ospita stasera la presentazione del libro “Fortificazioni nel bacino dell’Adda”, curato da Graziella Colmuto Zanella, Luciano Roncai, Guido Scaramellini e dal malerino Mario Marubbi, studioso ed esperto di storia dell’arte lombarda. Il testo è una pubblicazione dell’Istituto italiano dei Castelli, sezione Lombardia, presieduta dallo stesso Scaramellini e che da oltre quarant’anni si occupa dello studio, della salvaguardia, della valorizzazione dell’architettura fortificata e del suo contesto. La nuova pubblicazione sarà presentata oggi (alle ore 18.30) nella settecentesca Villa Trecchi.

Il volume si inserisce a pieno titolo nel ricco programma della settima edizione della manifestazione malerina, che quest’anno ha dedicato ampi spazi agli approfondimenti storici e culturali. Il libro intende approfondire il ruolo e la specificità delle difese legate all’Adda, dall’antichità all’età moderna e contemporanea, offendo un quadro aggiornato delle ricerche, dei restauri e delle prospettive di valorizzazione dei palazzi e dei castelli.

Da fortezze inespugnabili a ville dei sogni: il ruolo dei palazzi e dei castelli che sorgono lungo l’Adda anche nel territorio Lodigiano è sensibilmente cambiato. Parola del professor Marubbi che in vista della presentazione del volume ha spiegato: «Nel testo mi sono concentrato sul riutilizzo delle fortezze che fino al Cinquecento sono state luoghi di confine come il fiume Adda ma in tempi successivi sono diventati luoghi di delizia, decorati e affrescati».

A condurre la riflessione che emerge chiara dalla nuova pubblicazione sarà il direttore del quotidiano «Il Cittadino» Ferruccio Pallavera, in una serata che accenderà i riflettori su gioielli architettonici del territorio Lodigiano che offre una varietà e una ricchezza di strutture di pregio riscoperte e da riscoprire.

Il Castello di Maccastorna, attualmente di proprietà della famiglia Biancardi, e il castello Borromeo di Camairago sono palazzi medioevali dalle decorazioni gotiche mentre il palazzo Trivulzio di Maleo, che sorge proprio accanto a Villa Trecchi, è di stampo rinascimentale come gli affreschi del palazzo Serbelloni a Castiglione.

Il volume raccoglie gli atti del convegno di Varenna organizzato nel 2005 dalla sezione Lombardia dell’Istituto italiano dei castelli proprio sul tema delle fortificazioni nel bacino dell’Adda fra aggiornamenti storici e prospettive future. Sarà presentato in tutte le Provincie attraversate dall’Adda e per la Provincia di Lodi, in anteprima, il volume verrà illustrato nel territorio malerino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA