Uno stemma in dono alla città di Lodi realizzato con cotto e sassi dell’Adda
Sara Casanova con l’opera e gli autori Pietro Bianchini e Naborre Bosio

Uno stemma in dono alla città di Lodi realizzato con cotto e sassi dell’Adda

L’opera fatta in materiali di recupero da Pietro Bianchini con Naborre Bosio e presentata dal sindaco Casanova

Un “commesso in pietre miste” in dono al Comune di Lodi. L’opera, realizzata dall’artista Pietro Bianchini in collaborazione con l’artigiano Naborre Bosio, rappresenta lo storico stemma araldico della città: il materiale utilizzato è completamente “made in Lodi”, grazie al recupero di pezzi di cotto lodigiano e di pietre prelevate dall’Adda. Attualmente lo stemma è posizionato vicino all’ingresso della Sala consiliare, in attesa di una nuova destinazione.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 23

© RIPRODUZIONE RISERVATA