Trecento spettatori per “Nomadland”: Casale ha voglia di cinema
Il pubblico al Carlo Rossi di Casale

Trecento spettatori per “Nomadland”: Casale ha voglia di cinema

La riapertura del grande schermo al Carlo Rossi premiata da un’ottima risposta del pubblico

Trecento spettatori in tre giorni: ottima partenza per il cinema al Carlo Rossi di Casalpusterlengo. E lo sguardo del teatro comunale di piazza Del Popolo è già puntato ai mesi estivi, come conferma il direttore Andrea Ragosta: «Assieme all’amministrazione comunale, siamo già al lavoro per riuscire ad offrire al territorio una carrellata di eventi per la stagione estiva». In attesa che questa programmazione si ufficializzi, a farla da padrona in queste ore è la soddisfazione per gli ottimi numeri registrati dalla ripartenza del cinema nelle giornate di sabato, domenica e lunedì scorsi, in cartellone il film “Nomadland” di Chloé Zhao, Premio Oscar 2021 per miglior film, migliore regia e miglior attrice protagonista. «Siamo molto contenti per come è andata – sottolinea Ragosta -. Con il contingentamento dei posti previsto dalle norme per la pandemia, la nostra sala può ragionevolmente dirsi piena con circa 100 persone; ebbene, in tre giorni abbiamo registrato circa trecento persone, e bene è andata anche la proiezione sperimentale delle 19.30 di lunedì che ha richiamato una sessantina di spettatori. Sicuramente – prosegue Ragosta - ha “tirato” il richiamo del pluripremiato “Nomadland”, ma ho personalmente percepito palpabilissimo il desiderio di tanti spettatori di tornare al cinema. Che dire: una bella emozione». Tanto riscontro ha già ottenuto il risultato che “Nomadland” resterà in cartellone a Casale anche il prossimo fine settimana, «con le proiezioni delle 18.30 di sabato 8, delle 16 e delle 18.30 di domenica 9 e delle 19.30 di lunedì 10». La programmazione proseguirà poi nei fine settimana successivi con il film “Minari” diretto da Lee Isaac Chung e con l’ultimo film di Woody Allen “Rifkin’s Festival”.

«C’è voglia di cinema, speriamo che in un futuro non lontano si possa tornare a lavorare con più alti numeri di presenze consentite». Un entusiasmo da cavalcare in vista dell’estate... «C’è la volontà di far ripartire già da metà giugno il cinema all’aperto, con l’amministrazione comunale stiamo valutando la location – anticipa Ragosta - . In fase di costruzione è poi un articolato programma di eventi estivi che ci piacerebbe avesse cadenza settimanale. Sarebbe un bel segnale di ripartenza nel segno della cultura, con l’auspicio di tornare alla “normalità” il prossimo autunno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA