Terzini, l’arte che si schiera  dalla parte dei bambini
Uno scorcio della mostra “Run Baby Run” (Foto by (Ribolini))

Terzini, l’arte che si schiera

dalla parte dei bambini

Aperta fino a domenica all’ex chiesa dell’Angelo a Lodi la mostra a favore dell’Unicef

Resterà aperta fino a domenica all’ex chiesa dell’Angelo a Lodi (in via Fanfulla) la mostra “Run Baby Run” che raccoglie le opere di Pietro Terzini. Un’esposizione allestita in accordo con l’Unicef, pensata per sostenere l’ente attraverso i proventi della vendita delle opere, e che racconta il mondo dei bambini.

L’universo pittorico di Pietro Terzini è così: penetra nelle grandi problematiche del nostro tempo in punta di piedi, con l’intento di far ricordare e riflettere mai disgiunto dal senso di speranza, dal bisogno di guardare nel profondo dell’umanità in sofferenza.

Sono già 14, i dipinti venduti, ai quali si aggiungono i libri di poesie di cui offrono un saggio i 16 testi che si alternano ai 52 quadri alle pareti, oltre ai dvd e ai cd con gli arrangiamenti di Renato Cipolla: coinvolgente sottofondo musicale al percorso di visita, costruito con la direzione artistica di Angela Papetti, e la collaborazione di numerosi volontari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA