Somaglia, i fasti della “Dieta di Roncaglia”

Somaglia, i fasti della “Dieta di Roncaglia”

Duecento i figuranti che hanno fatto rivivere domenica il grande evento storico

Tuffo nel passato per Somaglia: domenica pomeriggio oltre duecento figuranti hanno riportato la piccola comunità della Bassa ai fasti della Dieta di Roncaglia. I somagliesi Roberto Bonvini, nei panni di Federico Barbarossa, e Letizia Grazzani, che ha vestito i regali abiti della consorte Elisabetta di Borgogna, hanno varcato l’ingresso del castello Cavazzi, sfilando fra il pubblico insieme a guerrieri in armatura, nobildonne e popolane, preceduti dagli sbandieratori di Lacchiarella e dai tamburini e dalle chiarine della contrada Legnarello di Legnano.

Al parco Vasca mercanti, giochi e stand gastronomici hanno restituito un’ambientazione medioevale suggestiva. Dagli antichi ricettari, Maria Teresa Rizzi, titolare della trattoria «Al Semaforo» di Somaglia ha scovato i segreti della «torta medioevale»: farina di ceci, mandorle, fichi secchi, uvetta e zenzero, impastati sapientemente in un dolce morbido e gustoso servito per la primissima volta alla rievocazione storica di Somaglia.

I coloratissimi ed eleganti abiti dei figuranti invece sono stati realizzati da Silvia Grecchi, coordinatrice dell’evento storico organizzato dal comune di Somaglia, e da Luisa Boselli.

Ad animare la Somaglia del Medioevo ci hanno pensato lo storico Gruppo Associazione Medioevale di Cavenago d’Adda, il Gruppo Amici Fondazione Vigoni, la «Compagnia San Giorgio e il Drago» di Milano che ha organizzato i giochi per bambini e il giocoliere di Sarzana Marco Neri. Nella rievocazione del passato non è mancato neppure lo sguardo al futuro di una giovane cartomante.

L’idea di una rievocazione storica delle Diete di Roncaglia risale al 1997 anno in cui ricorrevano mille anni dalla prima Dieta ricordata dagli annali, tenuta da Ottone III, sacro Romano Imperatore, il primo maggio 997 dopo Cristo.

Da questa data molti altri Imperatori del Sacro Romano Impero tennero queste solenni adunanze nella piana di Roncaglia, ora Somaglia, e le più solenni furono quelle tenute da Federico I di Svevia nel 1154 e nel 1158 e domenica Somaglia ha riproposto la Dieta di Federico I di Svevia, detto il Barbarossa, tenuta nella piana di Roncaglia dall’ 11 al 23 novembre del 1158. Il termine “Dieta” nel medioevo indicava una grande adunanza dove i partecipanti erano convocati per discutere e prendere importanti decisioni e, proprio la Dieta di Roncaglia, fu la più solenne ed importante assemblea del medioevo italiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA