Signoroni affascina Lodi
Stefano Signoroni a “Lodi al Sole” (foto Borella)

Signoroni affascina Lodi

Elegante, limpido, bravissimo: il “crooner” lodigiano conquista piazza della Vittoria

La classe non è acqua. L’eleganza neppure. Per ulteriori delucidazioni, chiedasi pure ai tanti lodigiani che, sabato sera, si sono recati in piazza della Vittoria per godersi il concerto di Stefano Signoroni. Accompagnato dagli inseparabili The MC, il bravo “crooner” lodigiano ha regalato infatti l’ennesimo concerto nel segno dello stile, del carisma e della bellezza della musica.

La voce al tempo stesso sussurrata e chiara, l’ampia gamma vocale fanno ricordare un mito del passato come Frank Sinatra: Signoroni e la sua band hanno proposto infatti molti brani del celeberrimo cantante, compreso un accenno di “New York New York”, dedicato a due amici recentemente convolati a nozze nella Grande Mela. A Sinatra sono seguiti brani di Dean Martin tra cui Sway, pezzo mambo beat, inciso nel ’54 da Martin e poi reinterpretato da numerosi artisti come Michael Bublé. Il tutto, va da sé senza, trascurare la musica italiana, declinata soprattutto attraverso le atmosfere degli anni ’60, quelle sognanti del “boom”, di Mina, Modugno e tanti altri grandi.

Una scelta, quest’ultima, dettata dal cuore: «Sono innamorato degli anni ’60 - ha spiegato il cantante -, era davvero un periodo stupendo, un momento meraviglioso in cui in tv c’erano tantissimi varietà, tanti programmi di qualità e si entrava nelle case delle persone in giacca e cravatta o in abito da sera». Tempi lontani, per alcuni, mai vissuti, per altri. Ma che per una sera, Signoroni ha regalato a tutta la città. Grazie, allora: e arrivederci, speriamo, all’anno prossimo.

Applausi per Signoroni e The MC

Applausi per Signoroni e The MC

Applausi per Signoroni e The MC


© RIPRODUZIONE RISERVATA